“I tri da Cruci” 2011

Nata anche come festa religiosa in onore della Santa Croce

Riparte la macchina organizzatrice della manifestazione più tradizionale

L'edizione del 2010 “I tri da Cruci” - foto Libertino
L'edizione del 2010 “I tri da Cruci” - foto Libertino

Riparte in questi giorni la macchina organizzatrice della festa più tradizionale del paese. Il comitato “I tri da Cruci” infatti sta allestendo il programma che si svilupperà nei giorni precedenti e nella serata del 3 maggio prossimo.
La festa, che fortunatamente dopo un lungo periodo di pausa, ha ritrovato vigore ed entusiasmo grazie all’opera di cittadini amanti delle tradizioni, ricorda la cacciata dei saraceni e ripropone alla cittadinanza ed ai numerosi turisti che in quel periodo già affolleranno le strade di Tropea usanze e leggende antiche. Nata anche come festa religiosa in onore della Santa Croce, la manifestazione si svolgerà nel rione Borgo, via Umberto I, a ridosso del centro storico cittadino. La commissione composta dal Presidente Nicola Cricelli, dal vice Pasquale Tropeano, dal segretario Antonio Caracciolo, dal tesoriere Pasquale Russo, dai soci Franco Padula, Giuseppe Schiariti ed Alberto Romano, conta anche sulla partecipazione di nuove e motivate leve, particolarmente sensibili al richiamo della storia del proprio paese, come il giovanissimo Domenico Saturno; i giochi tradizionali, invece, saranno organizzati dal Signor Enzo Taccone, mentre la comunicazione col pubblico è stata affidata al giovane Pietro Montoro Molla. Il programma prevede: dal pomeriggio del 25 aprile al 3 maggio l’esibizione per tutte le vie del paese dei Giganti; giorno 2 dalle 15 alle 17 animazione e giochi per bambini in Piazza Vittorio Veneto, dalle 17,30 ben dieci coppie di Giganti si “sfideranno” per le strade cittadine offrendo al pubblico uno spettacolo emozionante e fortemente rievocativo; in serata alle 21 spettacolo musicale in Piazza Cannone con la Cover Band di Adriano Celentano. Il giorno successivo, il 3, dalle ore 15 lungo la strada del Borgo ed in largo Cannone saranno allestiti i Giochi tradizionali (corsa coi sacchi, corsa con le uova, la cuccagna, la mangiata di pasta al peperoncino); alle 21,30 concerto di Stefano Ligi con un tributo al compianto Rino Gaetano. Chiuderanno i festeggiamenti il tradizionale ballo del “Camiuzzu i focu”, l’accensione di barche sospese tra le vie, coloratissime fatte di carta, ed i giochi pirotecnici commissionati alla Ditta Schiavone di Reggio Calabria, che riserveranno per gli spettatori sorprese particolari. Appuntamento, quindi, al Borgo dei Forgiari di Tropea.

Condividi l'articolo
Caterina Sorbilli
Caterina Sorbilli
Docente nelle scuole del I ciclo, collaboratrice storica di Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritta all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.