29 maggio 2017 - Sito indipendente dal 1994


Letto
4.400 volte


Unical, partiti i PAS

 I percorsi abilitanti speciali per i futuri docenti della scuola italiana

Team Unical

Dott. Pierluigi Muoio, Dott. Giovanni Frontera, Prof.ssa Antonella Valenti, Dott. Maurizio De Rose ed il giovane corsista Alessandro Albino.

Iniziati i Percorsi Abilitanti Speciali nelle Università per abilitare i futuri docenti della scuola italiana. Il percorso formativo è rivolto ai docenti già riconosciuti dalla scuola pubblica di fatto, in quanto hanno già insegnato regolarmente. Anche l’Unical, con il D.R. n. 2694 del 19/12/2013, ha attivato il PAS, i cui corsi sono stati avviati il 22 febbraio. Va evidenziato quindi l’impegno del Magnifico Rettore, Prof. Gino Mirocle Crisci, dell’ex Delegato alla didattica, Prof. Nicola Leone, del nuovo Francesco Scarcello, e del Responsabile amministrativo del TFA, Dott. Ferdinando Rossi, grazie ai quali si è potuto attivare il PAS all’Unical.

Il decreto rettorale succitato ha di fatto recepito quello del Direttore Generale del MIUR n. 58 del 25/07/2013 con il quale sono state definite le modalità di istituzione dei corsi speciali per il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento. A Cosenza, questo si è tradotto nell’istituzione di PAS per n. 41 classi di concorso e per un totale di circa 630 docenti delle scuole secondarie di primo, di secondo grado e del Conservatorio.
Si sono dunque aperte le porte dell’Università per i futuri docenti della scuola pubblica, con le discipline dell’area comune a tutte le classi di concorso. Abbiamo parlato del “PAS” con la professoressa Antonella Valenti, una dei docenti di questo percorso formativo, ma anche direttore dei TFA – sostegno, in quanto professoressa associata di Pedagogia speciale. La Prof.ssa Valenti è docente nei PAS perché le lezioni si svolgeranno nell’ambito delle attività del Dipartimento di Studi Umanistici, anche se i corsi attivati non sono incardinati a nessun Dipartimento in particolare per quanto riguarda questa prima parte, che sarà invece trasversale a tutte le classi di concorso e che quindi rientra nella didattica dell’Ateneo.

La Prof.ssa Valenti ci ha innanzitutto spiegato che «l’articolazione di questi percorsi prevede innanzitutto un percorso di formazione comune finalizzato non solo a consolidare le competenze di natura didattica e valutativa ma anche a fornire le competenze pedagogiche e didattiche necessarie per favorire l’inclusione di quegli alunni che presentano disabilità e, comunque, Bisogni Educativi Speciali (in questa prima fase sono stati quindi avviati i moduli di Pedagogia Speciale, Didattica generale e Valutazione».
I docenti, oltre alla stessa Valenti, saranno il professor Carmelo Piu e il professor Carlo Rango. È poi previsto «un percorso volto sia al consolidamento dello statuto epistemologico delle discipline delle varie classi di concorso sia alle loro metodologie didattiche».
La Prof.ssa Valenti ci ha inoltre spiegato che «l’organizzazione di un percorso così complesso ha impegnato per un lungo lasso di tempo l’apposita struttura, che ha operato sia a distanza sia in loco per far fronte alle varie richieste di docenti di varia provenienza geografica. Per assicurare un ordinato svolgimento delle attività ci si è attrezzati di una strumentazione digitale e, per favorire l’interazione tra i corsisti e di questi con i docenti dei vari moduli dei PAS, sta allestendo un apposito ambiente di apprendimento on line, che consentirà lo svolgimento di forum, la consultazione on line di materiale didattico e lo svolgimento di prove utili a promuovere, nei corsisti, momenti di autovalutazione delle proprie prestazioni».
La Prof.ssa Valenti, dopo averci dedicato un po’ del suo tempo, h voluto ringraziare la struttura e porgere  «un saluto ai corsisti e poi, sicura d’interpretare anche il pensiero di tutti i docenti, ricordare che lo sforzo comune è quello di assicurare un percorso di qualità in grado di contribuire all’aggiornamento, se non alla formazione, di docenti che provengono dal mondo della scuola e che, quindi, giorno per giorno hanno vissuto, e vivono, i complessi problemi di quel mondo e che hanno già acquisito significative esperienze di cui bisogna senz’altro tener conto».

 Alcune informazioni sui docenti ed i collaboratori della prof.ssa Valenti

Antonella Valenti
Professore di Didattica e Pedagogia speciale dell’Università della Calabria, è Delegato del Rettore per gli studenti con Disabilità, DSA e BES. Svolge la sua attività didattica e di ricerca presso il Dipartimento di Studi Umanistici, diretto dal Prof. Raffaele Perrelli, presiede il Corso di Laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria. La sua carriera accademica ha avuto inizio nel 1986, tra i suoi principali interessi di ricerca, l’elaborazione di proposte e modelli didattici atti a facilitare gli apprendimenti e a promuovere l’inclusione delle persone con Bisogni Educativi Speciali, considerandone tutte quelle condizioni particolari (familiari, sociali, contestuali o ambientali) che ostacolano apprendimento e crescita individuale. Una parte della sua attività di ricerca ha riguardato lo studio dei percorsi formativi che hanno caratterizzato la professionalizzazione degli insegnanti specializzati per le attività di sostegno, fin dall’istituzione del ruolo ed in riferimento all’evolversi degli scenari nazionali ed europei di integrazione/inclusione. Ha riservato una particolare attenzione al problema pedagogico del bambino con autismo e alle sue difficoltà di linguaggio e di comunicazione. Su queste tematiche verte la maggior parte della sua produzione scientifica, comprendente numerosi articoli su riviste e monografie.

  • VALENTI A (2007). L’insegnante specializzato tra storia e nuove prospettive. Cosenza: Edizioni Periferia, ISBN: 978-88-95785-06-6.
  • VALENTI A (2007). Le nuove frontiere della Pedagogia speciale. Cosenza: Edizioni Periferia, ISBN: 978-88-95785-12-7.
  • VALENTI A (2008). Autismo. Modelli teorici, principi pedagogici e applicazioni educative.
  • Roma: Monolite Editrice, ISBN: 978-88-7331-046-4.
  •  VALENTI A (2008). Marginalità e devianza come emergenza formativa. Soveria Mannelli: Rubbettino, ISBN: 978-88-498-1782-9.
  •  VALENTI A (2012). Linguaggio e autismo. Problemi e prospettive pedagogico-didattiche. Cosenza: Edizioni Periferia, ISBN: 978-88-95785-63-92012.
  • VALENTI A (2012). Integrazione scolastica in contesti plurilingue. Esperienze didattiche interculturali. Cosenza: Luigi Pellegrini Editore, ISBN: 978-88-8101-923-6.
  • VALENTI A (2012). Difficoltà di apprendimento a scuola. Dalla teoria alla pratica educativa. Roma: Monolite Editrice, ISBN: 9788873310297.
  • VALENTI A (2012). Esigenze Educative Speciali a scuola. Strumenti di conoscenza e di valutazione. Roma: Monolite Editrice, ISBN: 9788873310419.
  • VALENTI A (2012). L’evoluzione dell’integrazione scolastica. Dall’esclusione ai nuovi scenari della Pedagogia speciale. Roma: Monolite Editrice, ISBN: 9788873310358.

Giovanni Frontera
E’ ricercatore post-doc in Informatica e Pedagogia Sperimentale. Attualmente è docente a contratto Presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria, dove ha conseguito un Dottorato di Ricerca (Ph.D.) in “Psicologia della Programmazione e Intelligenza Artificiale”. Dal 2003 svolge attività di ricerca in ambito e-Learning con particolare attenzione alle tematiche riguardanti Sistemi Adattivi, Intelligenza Artificiale e Sistemi e-Learning Inclusivi per i DSA. I risultati delle sue ricerche sono stati presentati in diversi convegni internazionali e pubblicati svariate riviste nazionali ed internazionali del settore.

Maurizio De Rose 
È Ricercatore Post-Doc nel settore e-learning – Dipartimento di Studi Umanistici – Università della Calabria e Visiting Researcher presso l’Università della Svizzera italiana. Dal 2002 si occupa di Tecnologie della Comunicazione Educativa e di e-learning in maniera specifica, sia in ambito accademico, sia in ambito aziendale. Nel 2009 consegue il Dottorato di Ricerca nel settore di interesse, svolgendo una tesi dal titolo “Ambienti di apprendimento in rete: progettazione, valutazione, tutoring online”. Dal 2009 al 2011 è Professore a contratto di Progettazione e Valutazione delle Tecnologie Educative al Corso di Laurea Magistrale  in Media Education – Università della Calabria. Collabora in progetti di ricerca universitari ed è autore di pubblicazioni scientifiche nazionali ed internazionali nel settore dell’e-learning e della ricerca educativa in generale.

Pierluigi Muoio
È Dottore di Ricerca (Ph. D.) in “Psicologia della Programmazione e Intelligenza Artificiale” e docente a contratto presso il Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche dell’Università della Calabria. Si occupa di e-Learning e delle tematiche riguardanti le Tecnologie della Comunicazione Educativa applicate al settore della formazione. Le sue ricerche sono orientate verso l’e-learning 2.0, gli ambienti di apprendimento innovativi ed inclusivi, il social Web e i tools da applicare in contesti formativi formali, non formali e informali al fine di migliorare le attività svolte in modalità e-Learning e blended learning. È autore di diverse pubblicazioni scientifiche nonché collaboratore di Ricerca e consulente Tecnico-Scientifico in vari progetti di Ricerca universitari.


8 marzo 2014


Ti potrebbe interessare anche:

Commenti chiusi.