Cortese: «Prima i disoccupati»

Le nomine per la partecipazione pubblica del Cda del “Porto di Tropea S.p.a”, espresse nell’ultimo Consiglio comunale dal primo cittadino di Tropea Antonio Euticchio, hanno mandato su tutte le furie il suo vice Sandro Cortese. Già in quella occasione la reazione di Cortese è stata abbastanza drastica e, vista anche l’assenza della minoranza tra gli scranni di palazzo Sant’Anna, la sua scelta di abbandonare l’assise ha determinato un momento di forte imbarazzo, paventando l’impossibilità di proseguire i lavori dell’assemblea a causa della mancanza del numero legale dei componenti del Consiglio.

Zambrone, chi sfiderà Landro?

Mancano ormai pochi giorni alla presentazione delle liste, eppure gli schieramenti in lizza per la competizione amministrativa non sembrano ancora del tutto definiti. Se da una parte l’attuale sindaco di Zambrone, Pasquale Landro, ha quasi completato la composizione della sua lista, che dovrebbe presentarsi come un mix di vecchi e nuovi elementi, sul versante socialista, di contro, permane un atteggiamento di prudenza. Nel primo dei due schieramenti la ripartizione dei candidati non dovrebbe riservare molte sorprese, con quattro candidati a rappresentare il capoluogo, tre provenienti dalla frazione di San Giovanni, due da Daffinacello ed un candidato a testa per Madama, la marina e Daffinà.

Romano e Nesci i due nominati

Giuseppe Maria Romano e Vincenzo Nesci saranno i nuovi consiglieri in rappresentanza del Comune di Tropea presso la Società “Porto di Tropea S.p.A.”. A scegliere i due componenti pubblici del Cda è stato il sindaco Antonio Euticchio, che ne ha resi noti i nomi nell’ultimo Consiglio comunale. Il decreto con il quale sono state conferite queste nomine durante l’assise, infatti, reca il numero di protocollo 6 nello speciale “Registro decreti del Sindaco”, in conformità a quanto previsto dagli articoli 18 e 21 dello Statuto societario.

Edupatès, la sensualità della musica

Di Michele e Tommaso Arena Il cd è una conciliazione di musica classica e popolare attraverso oboe e fisarmonica Edupatès: in greco è la sensualità intesa come l’unione tra sensi e passione. E’ il tema fondamentale che guida il percorso musicale del disco di un “duo insolito”, formato dall’oboista Michele Arena e dal fisarmonicista Tommaso […]

Per ora c’è solo Pasquale Landro

Pasquale Landro, attuale capo dell’esecutivo di Zambrone ha sciolto la riserva qualche settimana fa ed ha deciso di confermare la sua candidatura a sindaco del ridente comune ubicato sulla Costa degli dei. Con lui si dovrebbero candidare alcuni consiglieri uscenti e altri nuovi elementi. Probabile anche la candidatura, con la compagine di maggioranza, di Pasquale Purita, che cinque anni fa contese proprio allo stesso Landro la carica di primo cittadino.

Attivato il depuratore

«Giornata importante per il comprensorio» L’impianto inaugurato dal presidente della Provincia Il nuovo depuratore Argani è in funzione dalla giornata di ieri. L’attesa per la messa in funzione è durata parecchi anni da quando la costruzione della struttura era stata ultimata. Un susseguirsi di continui rimandi ha accompagnato gli interventi di adeguamento dell’impianto. La questione […]

«Drapia è stata colonizzata»

Sulla vicenda della scelta del candidato a sindaco alle prossime elezioni comunali di Drapia anche l’avvocato Giuseppe Rombolà vuol dire la sua. Prima di affrontare l’argomento, però, Rombolà ha voluto spendere due parole per il gruppo che sta giungendo a fine mandato: «Ritengo – scrive in una nota stampa – che quella uscente sia stata una buona amministrazione, che ha servito il territorio e la popolazione con abnegazione, competenza ed onestà, e proprio per tale motivo ritenevamo più che legittima e coerente la scelta di un candidato a sindaco che esprimesse una continuità amministrativa». Ma dalle parole di Rombolà traspare anche una punta di amarezza, poiché al momento le carte in gioco non avrebbero nulla a che vedere con la continuità auspicata. L’opinione del vicesindaco ancora in carica, come egli stesso la definisce, sarebbe «tutt’altro che isolata».

La giornata della legalità

Verba movent exempla trahunt. Ed è per questo che i grandi personaggi del mondo della politica, della cultura e della giustizia sono andati a trovare i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Briatico per la seconda “Giornata della legalità”. I ragazzi hanno potuto quindi fare la conoscenza dell’onorevole Mario Tassone, Componente parlamentare della Commissione Antimafia, del professor Luigi Maria Lombardi Satriani, ordinario all’Università “La sapienza” di Roma, e del Procuratore capo del Tribunale di Vibo Valentia Mario Spagnuolo.

Dalla parte di Piserà

L’estate è alle porte e il dibattito politico di una cittadina come Tropea, che basa la propria economia proprio sull’afflusso di visitatori, non può che vertere sulle tematiche ruotanti attorno al turismo. Il primo dei temi all’ordine del giorno durante la conferenza stampa tenuta dal consigliere comunale e provinciale del Pdl Nino Macrì ha avuto infatti come oggetto un bilancio preventivo sulla “IV e penultima estate dell’era Euticchio”.
Secondo Macrì «ancora un volta la città e con essa la sua amministrazione, si dimostra senz’altro impreparata ad affrontare l’impegno», poiché «pulizia, viabilità e sicurezza stradale, isola ed oggi ascensore saranno il bigliettino da visita col quale la città si andrà a presentare ai turisti».

Macrì: «Più forze dell’ordine»

C’è anche la voce del consigliere provinciale Giovanni Macrì nel coro di solidarietà che è stato levato all’indirizzo di Francesco Schiariti, vittima qualche giorno fa, di un grave attentato incendiario che ne ha praticamente messo in ginocchio l’azienda «compromettendone il ciclo produttivo e con esso il posto di lavoro per oltre 120 persone». Rivolgendosi direttamente al noto imprenditore tropeano, il consigliere provinciale e comunale di minoranza Giovanni Macrì ha affermato: «Al sig. Francesco Schiariti, onesto lavoratore, assieme a tutta la sua famiglia, vorrei pubblicamente testimoniare la mia vicinanza», aggiungendo poi d’esser sicuro che «un uomo che ha trovato nel duro lavoro la sua realizzazione avrà la tempra per reagire ed andare avanti».

Il toscano pubblicato da Meligrana

È da qualche giorno in vendita il primo romanzo di Alessio Biagi, dal titolo “In tutti i respiri che ti ho preso”, edito dalla casa editrice Meligrana, con sede in Tropea. Biagi è un giovane scrittore nato a Massa nel 1980, dove vive e lavora, cresciuto con la passione della poesia. Dopo l’incontro con lo scrittore fiorentino Marco Vichi si è dedicato alla narrativa.Il ventinovenne autore massese ha già alle spalle un primo racconto pubblicato nell’antologia “La città che narra”, con la casa editrice Pensa, ed un secondo contenuto nell’antologia “La legge del desiderio”, curata da Giulio Milani, presso la casa editrice Transeuropa.

Non tutti provano certi sentimenti

Il tragico evento che ha colpito la popolazione ed il territorio abruzzesi ha risvegliato – come sempre accade – negli Italiani nobili e forti impulsi di solidarietà. Il sentimento, evidentemente sconosciuto a chi dell’intimidazione, del danneggiamento e dell’attentato alla vita fa la sua ragione d’essere, ha fatto superare alla nostra Nazione i terribili momenti che la storia le ha riservato.

Arriva “Un dono per un sorriso”

Prosegue il Tour interregionale di un “Un dono per un sorriso”, l’iniziativa benefica organizzata dall’Osservatorio Parlamentare Europeo e del Consiglio d’Europa in collaborazione con le Istituzioni, le Scuole e le Parrocchie di diverse località della Basilicata, della Calabria, della Campania e della Puglia.
Saranno i comuni di Zungri, Tropea e Vibo Valentia, sabato 11 aprile 2009, le prossime tappe dell’operazione che, in occasione della Santa Pasque, vede il Presidente dell’Osservatorio Parlamentare Europeo e del Consiglio d’Europa Giuseppe Catapano impegnato in diverse località delle regioni sopra elencate, per portare in dono regali e uova pasquali ai bambini delle scuole materne, elementari e medie dei centri interessati.

Protezione Civile, Piserà lascia

Secondo fonti ancora non confermate, il responsabile del gruppo locale di Protezione civile Antonio Piserà avrebbe rinunciato al suo incarico. La situazione, pur se venutasi a creare all’indomani del tragico evento che ha messo in ginocchio la città de L’Aquila ed i paesi dei dintorni del capoluogo abruzzese, sarebbe scaturita a causa di incompatibilità interne tra membri del gruppo.

Aprile 2009

Buona Pasqua, cari lettori! La nostra vita è scandita da attese. Attendiamo sempre l’arrivo di qualcosa, a cominciare dal primo dell’anno. Capodanno, Carnevale, Primavera, Pasqua. Ci siamo.
La Pasqua è alle porte. E come tutti gli anni e in tutte le festività particolari, ci scambiamo gli auguri, che siano sinceri o falsi, non importa, sono sempre auguri che tutto sommato piace ricevere.