Argento per Marinella

Si sono svolti a Gallico Superiore di Reggio Calabria, Domenica 27/09/2009, le fasi regionali i qualificazione al Campionato Italiano esordienti B – Kumitè, maschile e femminile.

Cornice prestigiosa e suggestiva

Il concerto del maestro Aversano conclude una stagione turistica positiva
Cornice prestigiosa e suggestiva per il concerto conclusivo della XII stagione concertistica dell’associazione “Armonie della Magna Grecia” eseguito sabato scorso all’interno dei saloni del Museo Diocesano. Programmato inizialmente all’aperto, nell’atrio del museo, per l’improvviso acquazzone è stato trasferito all’interno dove il numeroso pubblico ha avuto il privilegio di ascoltare un raffinato programma musicale impreziosito dagli elementi scenografici e coreografici offerti dalle stupende tele del pittore Albino Lorenzo che per un anno resteranno appese alle pareti per la Mostra Retrospettiva a lui dedicata. Il concerto, sponsorizzato e patrocinato dalla Presidenza della Giunta della regione Calabria, dall’associazione Amici del Conservatorio di Vibo Valentia, dalla locale Pro Loco e dal Museo Diocesano, è stata l’ultima tappa di un percorso musicale che ha avuto come location il Porto con i concerti della Balkan festival orchestra, gli atri delle case nobiliari con “Le passeggiate tropeane”, piazza Ercole con le performance dell’apprezzata violinista Kamelyia Naydenova e alcune antiche chiese dove il bravo maestro Aversano ha magistralmente diretto la sua orchestra

A Ricadi “Capoarte”

Un successo enorme, forse inaspettato, reso possibile grazie alla bellezza paesaggistica dei luoghi, all’impegno profuso dall’amministrazione comunale di Ricadi, alla bravura del direttore di “Capoarte” Andrea Naso e degli artisti andati in scena, ed alla fattiva collaborazione della Pro Loco Capo Vaticano.
Parliamo della rassegna teatrale proposta questa estate da “Capoarte” al teatro torre Marrana di Capo Vaticano, che ha registrato enorme consenso di critica e di pubblico, con una presenza complessiva di circa 4000 spettatori.
Un teatro, il Marrana, nato dall’idea del compianto sindaco Franco Laversa e quasi ultimato quest’anno dall’attuale amministrazione comunale guidata da Mimmo Laria.

Aria di cultura a Capo Vaticano

Cala il sipario sul teatro Torre Marrana di Ricadi, ma inizia al contempo a crescere il lavoro dell´associazione Dracma, che sotto la guida dell´attore e regista Andrea Naso ha trasformato in un successo la prima edizione del “Capo Arte Teatro”.

Il direttore artistico della deliziosa struttura all´aperto, inaugurata quest´anno, è entusiasta del lavoro svolto sin ora. «L´esperienza fatta – ci racconta Naso – è stata occasione di ripensamento su come viene gestito il settore cultura in Calabria. Mi sono trovato di fronte a delle eccellenze». Il regista, d´altro canto, ha potuto contare sull´ausilio di Giancarlo Zanetti, direttore del Magna Grecia Teatro: «Lui è stato molto presente e di grande aiuto durante questa nostra prima esperienza qui al Torre Marrana, elargendo graditi consigli».

“Scala dei carabinieri”

L’abbondante pioggia dei giorni scorsi ha messo ancora una volta in evidenza la fragilità del costone roccioso su cui sorge il centro storico tropeano. Questa volta il crollo è avvenuto nel tratto della lunghissima “Scala dei carabinieri” che si affaccia su un panorama mozzafiato che abbraccia il lido Le Roccette e tutto il porto fino alla famosa Pizzuta più volte immortalata dalle riprese di “Gente di mare”. La scalinata rappresenta una veloce via di collegamento tra la zona marina e il cuore del centro storico dove sorgono antichi palazzi nobiliari, la sede del Comune e palazzo Fazzari, attualmente in stato di totale abbandono e degrado e in attesa di ristrutturazione col finanziamento di ben 4milioni di euro già ottenuto

Una guida fuori dagli schemi

S’intitola “Alla scoperta di Tropea e dintorni”, ed è il nuovo libro di Marcello Macrì. Edito dalla promettente casa editrice Meligrana e inserito nella collana “Tropea e dintorni”, questo nuovo lavoro del giovane autore tropeano cerca di offrire, attraverso quattro escursioni lungo i luoghi più belli del territorio della provincia, una visione d’insieme di un contesto che, seppur piccolo, può apparire così eterogeneo e ricco di tradizioni locali assai distanti di paese in paese.

Il Bancomat della discordia

Minaccia di chiudere gli uffici della locale Pro Loco e di sospendere ogni attività Mario Lorenzo, presidente dell’associazione che ha sede nell’antica e prestigiosa struttura dell’Antico Sedile, in piazza Ercole. Per spiegarne i motivi ha convocato ieri sera una conferenza stampa durante la quale ha illustrato l’iter del contenzioso che lo contrappone al Comune e alla Banca Popolare del Mezzogiorno che intende installare un impianto Bancomat presso la sede della Pro Loco. Ricordando che i locali dove l’associazione svolge il suo servizio di promozione ed informazione turistica, da circa 30 anni, sono stati concessi dal Comune durante l’Amministrazione di Peppino Romano in comodato d’uso gratuito, evidenzia “il gravissimo danno che procurerebbe l’installazione del Bancomat sia per l’impatto estetico che per lo svolgimento delle attività”.

Incontro sull’erosione costiera

Si è svolto mercoledì 16 settembre presso la sala consiliare del municipio di Ricadi, un incontro durante il quale vari amministratori comunali, tecnici ed altri soggetti pubblici e privati hanno esaminato il progetto preliminare relativo all’erosione costiera messo a punto dai tecnici incaricati.
All’incontro, promosso dal sindaco di Ricadi Domenico Laria, hanno preso parte alcuni sindaci ed amministratori dei comuni della fascia costiera vibonese, l’ingegner Gianluca Cartisani, co-progettista del Piano interventi per la riduzione del rischio erosione sulla costa vibonese, Girolamo Pungitore, presidente del Consorzio “Costa Tirrenica”.

Prevenzione del tumore al colon retto

Oggi, nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Palazzo ex Inam, il direttore generale Rubens Curia ha presentato il progetto per lo screening del tumore del colon retto.
La provincia di Vibo Valentia è un territorio ad alto rischio in questa delicata patologia per cui il manager dell’Asp, assolvendo ad uno dei punti nevralgici contenuti nel suo cronoprogramma, ha disposto l’avvio di un servizio di notevole utilità sociale.
“Dobbiamo imbarcarci su una nave pirata – ha premesso Rubens Curia – per aggredire con la massima tempestività e qualità le insidie di un nemico abbastanza insidioso come il carcinoma al colon retto.”
D’intesa con la Fimmg, è stata messa in piedi una èquipe operativa di grande capacità professionale che metterà a disposizione della popolazione interessata la propria esperienza per realizzare un progetto di forte respiro preventivo.

PD: verso il congresso

I circoli che non esistono andranno a celebrare i loro congressi. Privati cittadini, sempre vissuti al riparo dai riflettori della politica, molti dei quali ignorando di fare parte della grande famiglia, si vedranno a giorni recapitare la fatidica lettera. Forse! Perché a Vibo circola voce che dei monti di denaro raggranellati nelle varie puntate del tesseramento, non siano rimasti nemmeno i soldi per i francobolli: sono stati spesi chissà come chissà quando da chissà quale alto dirigente di un partito che non ha ancora quadri dirigenziali che possano autorizzare alcunché di spesa.

Il fascino della Madonna bizantina

Come ogni anno, all’inizio del mese di settembre, tutti i tropeani e i tanti turisti presenti in città, nonché i fedeli provenienti dai paesi limitrofi e da altre parti della Diocesi, si sono ritrovati per esprimere la secolare devozione alla Madonna di Romania, patrona della città di Tropea e della Diocesi di Mileto – Nicotera – Tropea.
La giornata festiva del 9 settembre è stata preparata dalla novena che, per nove giorni consecutivi, ha fatto convenire i fedeli nella Chiesa Concattedrale per elevare, verso la tenera e miracolosa Icona Mariana, le tradizionali preghiere e i canti popolari.
Il momento centrale della festa è stata la S.Messa pontificale, officiata dal Vescovo Luigi Renzo e concelebrata dai parroci e religiosi della Città, dai Canonici del Capitolo e da altri sacerdoti della Diocesi.
Alla funzione religiosa hanno presenziato le autorità militari e civili, tra cui il Commissario prefettizio del Comune di Tropea e i sindaci di Zambrone e Ricadi.

“Onorevole per Caso”

Nel tardo pomeriggio del 10 Settembre, presso il suggestivo cortile dell’ex seminario vescovile di Tropea in via Glorizio, un gruppo di cittadini interessati ed attenti hanno avuto la possibilità di incontrare un tropeano illustre: Federico Guglielmo Lento già Onorevole della Repubblica italiana nell’ XI legislatura, dottore in medicina ormai in pensione, scrittore provetto ed appassionato.
L’appuntamento organizzato dall’associazione “Tropea per Amore” guidata dal prof. Lucio Ruffa ed affiancata dall’associazione turistica “Pro loco” e dall’autorevole “Accademia degli affaticati” ha avuto lo scopo di presentare al pubblico Tropeano l’opera di Lento “Onorevole per Caso”; il libro, interessante particolarmente per i suoi contenuti, racchiude in modo intelligente ed accattivante la storia del suo autore ricca di ricordi, racconti, episodi, esperienze ed aneddoti personali legati profondamente alla sua Tropea e non solo.

Basta alla violenza sulle donne

Ogni giorno in tutto il mondo, i diritti delle donne, il loro rispetto, la loro libertà come essere umani, sono messi in discussione, come raccontano i fatti a dir poco drammatici che ci parlano di continue violenze e di massacri veri e propri verso mogli, fidanzate, ragazze che camminano tranquillamente per strada. Oggi a Roma si apre la Conferenza internazionale contro la violenza sulle donne, va ricordata perché è un avvenimento importante che deve far riflettere tutti sul fatto che la maggior parte dell’aggressività che colpisce il mondo femminile è tra le mura di casa, tra le strade, tra gli amici, tra i vicini di casa.

Scuola media, Trovata la soluzione

Così come previsto il corteo pubblico, organizzato dal comitato genitori per la scuola media, ha mosso i suoi passi alle ore 17,00 per giungere davanti palazzo Sant’Anna dove per le ore 17,30 era prevista una riunione convocata dai Commissari prefettizi. Numerosi bambini hanno portato gli striscioni e cartelloni dove in primo piano si rivendicava il diritto allo studio e, proprio da questo, il Commissario ha voluto dare inizio alla discussione affermando che ciò che più si deve rivendicare è il diritto alla vita. Infatti i nostri bambini e gli operatori scolastici e chiunque abbia frequentato il vecchio edificio della scuola media ha rischiato la vita essendo l’ immobile fortemente a rischio crollo a prescindere da eventuali scosse sismiche tanto è il dissesto strutturale.

Presentato il libro “Volo nel vento”

“Per quante strade un uomo deve camminare prima che lo si chiami un uomo? Su quanti mari deve volare una colomba bianca prima di poter riposare sulla sabbia? E quante volte devono fischiare le palle di cannone prima che siano per sempre bandite? La risposta, amico, volteggia nel vento…”. A questa splendida canzone di Bob Dylan si è ispirato, per il titolo del suo romanzo “ Volo nel vento” , Mommo Rombolà, brattiroese , che ha presentato il suo libro sabato pomeriggio nei locali della ex scuola media a Brattirò. Presenti e seduti al tavolo dei relatori il sindaco di Drapia Alessandro Porcelli , Cosmo Vallone Vicesindaco e assessore al Turismo di Drapia e il preside e professore Lorenzo Meligrana. A aprire l’incontro il sindaco Porcelli che ha ringraziato tutti i presenti per la numerosa partecipazione evidenziando l’importanza di questa presentazione, “la terza manifestazione culturale organizzata nel nostro comune in un mese”.

“Educare al bello e all’armonia”

Fino al 30 settembre a Tropea in Via Libertà la mostra di pittura e scultura di alcuni artisti tropeani. Parliamo dei maestri Saverio Muscia, Vincenzo Certo ed Ernesto Giroldini.
Le loro mostre vengono allestite ogni anno a Tropea in vari periodi dell’anno: non v’è dubbio che la loro arte contribuisca ad educare al bello e all’ armonia.
C’è da constatare però come sia difficile trovare delle strutture idonee ad accogliere eventi del genere e di come tante volte manchi la collaborazione degli enti locali che non sono in grado di coadiuvarli nei loro intenti. Non sempre gli eventi culturali e d’arte divengono oggetto dell’attenzione delle istituzioni: mancano risorse, strutture o forse la sensibilità giusta per investire in tale settore.

Discarica a cielo aperto a Ricadi

Continuano a crescere le discariche abusive nel comune di Ricadi e, di conseguenza, i rischi igienico-sanitari per la popolazione locale.
L’ennesimo scempio ambientale è stato consumato stavolta nei pressi di un complesso turistico sito a Capo Vaticano, vicino ad un vecchio casello ferroviario dismesso, esattamente all’altezza di una strada interpoderale parallela ai binari ferroviari che attraversano la nota località balneare.
La discarica in questione è composta principalmente di materiale di risulta, cucine, frigoriferi, porte, water, eternit. Ma anche di tubi di plastica, sedie, taniche ad uso industriale arrugginite e quant’altro.
Oltre all’enorme quantitativo di materiale altamente inquinante, agli argini della strada trasformata oramai in discarica a cielo aperto sono stati riversati svariati quintali di terra mista a materiale di risulta.

Tropea festeggia la sua Patrona

Come di consueto anche quest’anno il nove settembre avranno luogo i festeggiamenti a Maria SS. Di Romania. Terminata la novena in onore della Madonna Nera, protettrice della città e patrona della Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, la chiesa Concattedrale aprirà ancora le sue porte per la messa vescovile alle ore 10,30. Durante la celebrazione del vescovo mons. Luigi Renzo e del clero diocesano, il coro polifonico “Don Giosuè Macrì”, diretto dal maestro Vincenzo Laganà, eseguirà il vasto repertorio di musica sacra che ha già profondamente e positivamente colpito i fedeli in occasione delle celebrazioni pasquali.