Continua “Manifestopoli”

Un altro manifesto contro l’amministrazione Euticchio da parte del gruppo consiliare di minoranza dell’Udc “Identità in progress”. Reca in calce la firma del segretario della sezione locale, l’avvocato Nino Macrì, e, tra quelli usciti finora, è forse il più pesante, se non altro perché giunge in pieno agosto e porta in piazza, alla presenza degli ospiti e dei vacanzieri, i panni sporchi di questa città. Lo spirito con cui è stato redatto è sempre quello, un bello sfondo verde, tante battute comiche e l’immancabile caricatura al centro che ritrae lo stesso sindaco, il dottor Antonio Euticchio, il vice sindaco, il dottor Sandro Cortese, e l’assessore al Turismo ed ai Beni Culturali, l’avvocato Michele Accorinti. Il capo della maggioranza è stato quindi ritratto come “Il sindaco della Libera Repubblica di Banana” e viene dipinto mentre reca in mano uno scudo con l’arme di Tropea e uno scettro a forma del noto frutto tropicale a cavallo di una grande banana e stretto alle sue spalle dal vicesindaco Cortese e dall’assessore Accorinti. Impietosi gli abiti stile donna “chiquitas” e tutte le parole scelte a contorno della scenetta: “Sex, no lex, anarchy, no tax, disco music, rock and roll”. Tutto in inglese, giusto per farsi capire proprio da chiunque. Il messaggio è concluso dalla perentoria frase “facciamo un po’ ciò che ci pare: approviamo tanti regolamenti per il piacere di vederli violati. In programmazione giornaliera”. A quanto pare almeno una cosa a Tropea è stata destagionalizzata, la politica.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta

Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.