64° Raduno Nazionale Bersaglieri

Un accoglienza affettuosa è stata riservata al tropeano Francesco Russo

Il calabrese di Tropea, al 64° Raduno Nazionale Bersaglieri

Il 64° Raduno Nazionale dei Bersaglieri di Palermo svoltosi a 58 anni di distanza dall’ultimo ospitato in Sicilia (16° Palermo 15-16 marzo 1958) ha assunto sin da subito dei connotati particolari.
Dopo quella data la Sicilia non era stata più interessata dall’evento bersaglieresco.
La manifestazione presentava un’ aspettativa molto alta, concretizzata poi dall’impegno della Presidenza Nazionale e dal Comitato Organizzatore siciliano con il Presidente Salvatore Lesto.

Presidente Nazionale Associazione Bersaglieri Generale Divisione Marcello Cataldi, Bersagliere Francesco Russo, Generale di Corpo d'Armata Danilo Errico Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Consigliere Nazionale Generale Ambrogio Conte
Presidente Nazionale Associazione Bersaglieri Generale Divisione Marcello Cataldi, Bersagliere Francesco Russo, Generale di Corpo d’Armata Danilo Errico Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Consigliere Nazionale Generale Ambrogio Conte

Il Raduno è ormai il momento di incontro dei Bersaglieri provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero e diviene anche location ideale per rievocare eventi importanti che i Bersaglieri hanno vissuto nella Storia d’Italia.
Uno di questi momenti, il cui ricordo è ancora forte per la presenza di molti protagonisti, è la seconda redenzione di Trieste avvenuta il 26 ottobre 1954 con l’ingresso nella città del 5° Battaglione Bersaglieri dell’8° Reggimento di Pordenone dove tra i tanti Bersaglieri che sventolavano il tricolore per le vie di Trieste, vi era il calabrese di Tropea, Bersagliere Francesco Russo il quale ancora oggi, a distanza di 62 anni da quella memorabile giornata, non manca un raduno.
Un accoglienza affettuosa è stata riservata al Bersagliere Francesco Russo da parte del Sindaco di Palermo On. Leoluca Orlando che lo ha accolto sul Palco delle Autorità dove il Capo di Stato Maggiore Gen C.A. Danilo Errico ha donato al Reduce una medaglia personale evidenziando il merito che Russo ha acquisito al servizio della Patria.
La presenza del Presidente Nazionale dell’Associazione Bersaglieri, Gen D Marcello Cataldi ha reso il momento ancora più significativo, vista l’appartenenza di Francesco Russo alla Sezione di Trieste, tanto che il Presidente ha inteso sottolineare che la foto che lo ritrae insieme a Russo non è solo un ricordo, ma ferma un momento storico che, a distanza di 62 anni, suggella il Bersaglierismo.

Generale di Corpo d'Armata Danilo Errico Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Bersagliere Francesco Russo unico Calabrese entrato a Trieste il 26 ottobre 1954, Onorevole Leoluca Orlando Sindaco di Palermo
Generale di Corpo d’Armata Danilo Errico Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Bersagliere Francesco Russo unico Calabrese entrato a Trieste il 26 ottobre 1954, Onorevole Leoluca Orlando Sindaco di Palermo

A Palermo erano presenti i Bersaglieri della Calabria con la Fanfara Calabria composta da elementi delle Fanfare di Reggio Calabria e di Isola di Capo Rizzuto ed il Presidente Regionale Gen Mario Calabrese, orgogliosi del Bersagliere Russo Francesco, protagonista di un evento così importante che ha segnato la storia della città di Trieste e dell’Italia tutta.
Francesco Russo, cittadino di Tropea, rappresenta tutti i Bersaglieri calabresi custodendo i Valori della Patria che trasmette alle nuove generazioni partecipando a tutte le manifestazioni che si svolgono in Calabria con grande senso civico e patriottismo, nonostante il peso degli anni portati però splendidamente; d’altronde il motto dei Bersaglieri è “Il Bersagliere ha sempre vent’anni!”

Segretario Regionale ANB Calabria
Bers. Nicola Morabito

Condividi l'articolo