A Tropea il primo Party dei Blue Knights Italia III

Reggio Calabria ospita un club attualmente guidato dal tropeano Antonio Barritta

Una due giorni appassionante ha visto riunirsi un centinaio di centauri

I Blue Knights - Barritta Aiossa, Stella
I Blue Knights Barritta, Aiossa, Stella

Si tratta di un confraternita internazionale no-profit formata da membri delle Forze dell’Ordine in servizio attivo o in pensione, che amano girare in moto. Nella primavera del 1974, diversi agenti di Polizia dell’area di Bangor, nel Maine, USA, si riunirono e formarono un piccolo moto-club di provincia. Molto presto, Capitoli dei Blue Knights si andarono formando nel Massachusetts, nel New Hampshire, e altri stati. Quando a questa crescente fratellanza si aggiunsero il Canada prima e l’Australia poi, i Blue Knights divennero un’organizzazione internazionale, attualmente diffusa in 25 Paesi, con più di 600 Capitoli e oltre 20.000 membri.
In Italia solo pochissime città vedono ospitare dei club, ed a sud di Roma la sola Reggio Calabria ne ospita uno attualmente guidato dal tropeano Antonio Barritta, detto Lo Zio. Chi vi appartiene entra a far parte di un gruppo di persone che mettono ai primi posti nella loro vita la dedizione alla famiglia, agli amici, al lavoro ed alla “passione” rappresentata dalla due ruote in ogni sua forma e cilindrata.
I Blue Knights, dicevamo essere una fratellanza e spesso i membri si ritrovano accompagnati dalle loro compagne e dai loro bambini, sono i “buoni” da look trasgressivo.
A Tropea una due giorni appassionante ha visto riunirsi un centinaio di centauri; venerdì 12 e sabato 13 settembre tutti in sella per ammirare luoghi fantastici e ritrovarsi in un clima amicale e fraterno, al suono del ritmo blues offerto dal contemporaneo svolgersi del Tropea Blues Festival.
Non solo passione ma anche l’impegno sociale anima gli incontri dei “Cavalieri in Blu” così come recita la promessa di questa confraternita: ” …mi impegno ad agire con onore ed orgoglio per promuovere il motociclismo e la sicurezza nell’utilizzo dei motocicli, essendo per gli altri un esempio…”. E’ con in mente questo concetto che i Blue Knights Italia III svolgono le loro attività. Trasmettere ai giovani e meno giovani il concetto dell’utilizzo sicuro delle due ruote, come mezzo non solo di trasporto, ma anche catalizzatore di passioni ed emozioni. Un mezzo per guidare e andare in giro, ma anche e soprattutto mezzo per divertirsi responsabilmente e stringere amicizie genuine e durature, fatte di chilometri insieme, giornate insieme, mangiate insieme e servizio. Insieme.
Tra i fondatori del LEMC Italia III, oltre ad Antonio Barritta si ricordano Giuseppe Trunfio, Giuseppe Coppola.

Al raduno tropeano anche uno Special Guest, Gianluca Aiossa, centauro reggino
Al raduno tropeano anche uno Special Guest, Gianluca Aiossa, centauro reggino

Al raduno tropeano anche uno Special Guest, Gianluca Aiossa, centauro reggino che da diversi anni si cimenta in imprese eccezionali come l’ultima che l’ha visto a bordo di una moto Yamaha effettuare una transiberiana, spuntando sul Mar del Giappone, e percorrendo i chilometri necessari in soli 13 giorni o l’impresa precedente che lo ha visto arrivare a Capo Nord in sole 56 ore; ancora Gianluca si appresta ad organizzarsi per una nuova avventura, che lo vedrà attraversare tutto il continente australiano per offrire la sua immagina come testimonial di un progetto benefico, partecipando al “Sidskids the great australian ride”.
“In sella con Orgoglio” recita il motto dei Cavalieri blu, in sella con passione armonia gioia e solidarietà sociale.

Condividi l'articolo
Caterina Sorbilli
Caterina Sorbilli
Docente nelle scuole del I ciclo, collaboratrice storica di Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritta all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.