Al fine di contribuire ad un equilibrato

Il più lontano possibile quei sottili  giochi di potere

Necessità della nomina di un Commissario estraneo alle vicende politiche

Prof. Arch. Giuseppe Lonetti - foto Libertino

Al Coordinatore Provinciale PDL
Avv. Valerio Grillo Vibo Valentia

Al  Vice-Coordinatore Provinciale PDL
Sen. Francesco Bevilacqua Vibo Valentia

A tutti i componenti  del Coordinamento
Provinciale del PDL Vibo Valentia

Oggetto: Nomina Commissario PDL Tropea

A seguito delle recenti elezioni amministrative che hanno palesemente messo in evidenza una contrapposizione netta tra appartenenti  di stesso orientamento politico, per correttezza di mandato, al fine di contribuire ad un equilibrato assestamento del  Partito, che non resti coinvolto nelle strumentalizzazioni evidenziate in tanti frangenti del dopo-elezioni,e soprattutto nelle recenti scorrerie giornalistiche, lo  scrivente, Prof. Arch. Giuseppe Lonetti, ritiene dover indicare a Codesto Coordinamento Provinciale la necessità della nomina immediata di un Commissario estraneo alle vicende politiche locali che possa serenamente vagliare la linea più opportuna per organizzare, senza dispersione, il PDL cittadino che ha dimostrato, con più voci, di essere una forte componente politica della nostra comunità.
Su tali considerazioni resta implicito il mio disimpegno per tale delicato compito che sarebbe difficile sostenere in presenza delle forti tensioni conseguenti al risultato elettorale, disimpegno che è finalizzato a  garantire la maggior trasparenza possibile nel delicato compito dell’eventuale Commissario.
È nota a tutti la configurazione delle parti in causa, per cui ritengo utile alla definizione degli auspicabili equilibri del PDL cittadino che i legami di parentela col Sindaco eletto e la vicinanza politica alla componente di centro-destra della Sua Amministrazione in seno alla maggioranza del Consiglio Comunale non vengano  negativamente  strumentalizzati .
A parte questa dovuta disponibilità che trae sostanza dalla fedele e corretta appartenenza al gruppo politico che con varie denominazioni dal 1994 ad oggi ha portato alla strutturazione definitiva del PDL vibonese, lascio alle valutazioni della dirigenza provinciale del Partito le scelte più oculate da prendere in tempi brevissimi.
Rinnovando il mio fattivo impegno al partito ed al Coordinamento Provinciale, auspico che, al di là della condivisione o meno di metodi e strategie spicciole che spesso hanno caratterizzato esperienze comuni, possano comunque mantenersi sempre in primo piano gli interessi più generali del messaggio politico tenendo il più lontano possibile  quei sottili giochi di potere che nel tempo possano corrodere le basi più solide di una politica condivisa.
Tropea 31/05/2010

Condividi l'articolo