Alla scoperta della Sila Piccola

Iniziative dell’associazione “Atletica San Costantino Calabro”

Escursione organizzata per scoprire angoli della nostra Calabria

Escursione in Sila per scoprire angoli della nostra Calabria
Escursione in Sila per scoprire angoli della nostra Calabria

L’Atletica San Costantino Calabro ha organizzato una visita guidata presso l’area naturalistica “Vallicupe” nel comune di Sersale nella Sila Piccola. Una escursione naturalistica alla scoperta della nostra terra, che conserva posti di notevole bellezza naturalistica, alla quale hanno partecipato numerosi amanti del trekking e della natura. Luoghi incantevoli e suggestivi sono le caratteristiche principali dell’intera area delle Valli Cupe. La natura selvaggia dei canyon e delle gole montane, il fascino delle cascate e dei ruscelli dalle acque limpidissime, la straordinaria ricchezza della flora e della fauna, il mistero delle antiche leggende legate al passato dei borghi e dei paesi del circondario incantano i visitatori partiti da San Costantino Calabro per trascorrere una piacevole giornata insieme godendo dei benefici che la natura offre.  L’escursione alle Valli Cupe percorre l’antico sentiero noto come Via dei Carbonai e la fiumara Fegato, che scende proprio dal Monte Raga e le cui acque hanno scavato un suggestivo canyon. Il sentiero dei Carbonai era noto già nell’800 d.C., quando collegava quattro antichi monasteri basiliani. Il canyon presenta una conformazione geologica arenaria e caratteristiche uniche in Italia, con gli altissimi crepacci, sino a 100 metri, le pareti di colore rossastro e le sue cascate. E’ un luogo ideale per molte specie animali e vegetali, alcune delle quali protette, come la felce bulbifera, scoperta dal botanico Carmine Lupia. “Si tratta” – spiega Lupia – “di un importante relitto della flora tropicale del Terziario che resiste in luoghi assolutamente incontaminati e grazie ad un microclima molto particolare, cioè caldo-umido delle forre”. Tra le specie animali, segnaliamo la salamandrina dagli occhiali, il nibbio, il gufo reale, il gheppio, il corvo imperiale e l’avvoltoio egiziano. Si tratta, in pratica, di un’escursione unica nel suo genere, tanto che il canyon delle Valli Cupe è noto come il segreto meglio custodito d’Europa nel cuore del Mediterraneo.


 
[nggallery id=30]Sentiero dell’acqua e cascata Campanaro (22m), cascatelle e gole del Crocchio. 

La Cascata Campanaro è situata in una delle zone più incontaminate della regione, ma allo stesso tempo facilmente raggiungibile con qualsiasi mezzo. La cascata, alta circa 22 metri, è immersa in uno scenario paradisiaco, abbellito dal colore straordinario della roccia che fa da sfondo al salto dell’acqua e arricchito dalla presenza di due felci tropicali molto rare, che fanno assomigliare il sito ad un angolo di foresta equatoriale: la Felcetta lanosa e la Pteride di Creta.

Le Gole del Crocchio, nel tratto montano dell’antico fiume Arocha, si possono ammirare dall’alto di una panoramica balconata in legno che sovrasta il corso selvaggio del torrente. Qui, tra l’altro è possibile ammirare la Felce regale, preziosa e rara pianta di antichissima origine e di alto valore botanico.

Condividi l'articolo
Comunicato Stampa
Comunicato Stampa
Tropeaedintorni.it nasce come sito web indipendente nel 1994 e, dal 6 dicembre 2007, diventa Testata giornalistica (reg. n° 5 presso il Tribunale di Vibo Valentia). Redazione e amministrazione via Degli Orti n° 15 - 89861 Tropea (VV).