All’opera per ripulire Tropea

Molti gli interventi portati avanti

Ancora da ripulire il lungomare e le spiagge

Pulizia della città al centro dell’attenzione di cittadini, operatori turistici e, ovviamente, degli ospiti di Tropea.
L’amministrazione comunale  sta da giorni portando avanti una serie di interventi di pulizia delle strade, delle piazzette, delle scalinate del centro e dei cigli delle strade nel quartiere Campo.
In queste zone, in particolare, il consigliere comunale Nino Valeri, che ha una delega speciale sull’intero quartiere, sta seguendo con attenzione il lavoro degli operai incaricati di rimuovere le erbacce. Durante i mesi invernali la vegetazione aveva infatti finito per invadere addirittura alcuni punti delle strade periferiche e andare ad otturare, nei casi peggiori, cunette e canalette di scolo. Ora tutto sta tornando alla normalità.
Passando alle strade del centro, sono state ripulite la scalinata che da largo Villetta va giù verso il lungomare ai piedi dell’Isola. Angoli e slarghi sono stati ripuliti e anche il monumento ai caduti in piazza Vittorio Veneto, in particolare, è stato ripristinato da un tecnico espero altamente specializzato.
Nonostante ciò, il lungomare Antonio Sorrentino si presenta ancora in cattivo stato. Le pulizie del periodo pre pasquale, anche se è passato solo un mese, sembrano ormai lontane. Ovviamente il Comune non dispone di un esercito di uomini, per questo motivo molti dei cumuli di rami, fogliame ed erbacce, lasciati giorni fa dagli operai in alcune zone a seccare, sono ancora lì. Questo non rappresenta un bel biglietto da visita per la città. A parte i residui dei primi interventi sulle piante ornamentali e sulle palme del lungomare, vi sono inoltre degli angoli, come quello nei pressi del cosiddetto “muro del pianto”, che versano in pessime condizioni, con materiale di varia natura gettato a fianco dei cassonetti dell’immondizia. Allo stesso modo, nei pressi di altri cassonetti disseminati lungo il viale, vi sono altri accumuli di materiale da rimuovere. Su questi aspetti si erano registrate, nei giorni scorsi, le lamentele degli operatori turistici e di gestori di locali del centro, che fungono da vero e proprio termometro della soddisfazione manifestata dai turisti.
Anche sulle condizioni delle spiagge c’è chi ha storto il naso. Da un blog di “repicini”, cioè di sostenitori dell’attuale amministrazione Repice, c’è addirittura chi ha lanciato una provocazione, chiedendo all’assessore all’ambiente Tonino Simonelli di dimettersi per le condizioni delle spiagge. In effetti si riscontra su alcuni tratti del litorale cittadino la presenza di molte canne e bastoncini di legno. «Tutta roba portata nei giorni scorsi dal mare – spiega l’assessore Simonelli – poiché le spiagge erano state accuratamente pulite. Non vi sono, infatti, cartacce o rifiuti, ma soltanto le solite canne che il mare deposita sulla sabbia, quand’è agitato come nei giorni scorsi». Per Simonelli, quindi, anche questo problema sarà risolto, non appena ci saranno operai a disposizione. L’assessore, comunque, rilancia, invitando tutti i cittadini che amano l’ambiente a partecipare alla giornata ecologica che è stata programmata per domenica 28 maggio.

[nggallery id=97]

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.