Ancora disagi per il maltempo

L'imbocco della SS522 all'altezza della rotatoria di Tropea Sud
L'imbocco della SS522 all'altezza della rotatoria di Tropea Sud

La pioggia di ieri ha reso nuovamente pericolose le strade della costa. Su uno dei lunghi viali del quartiere della marina, vessato dalle esondazioni dei torrenti nelle settimane scorse, si è di nuovo verificato un piccolo versamento di detriti.
La pioggia ha creato disagi anche alla circolazione veicolare in transito sulla Strada statale 522, soprattutto nel territorio comunale di Tropea, poiché la IX traversa di Viale Don Mottola, la cosiddetta salita della “Conicea”, si è trasformata ancora una volta in un piccolo torrente, riversando fanghiglia e piccole pietre sul manto stradale in prossimità della rotatoria del Campo Superiore.
Per quanto riguarda questa stradina, i canali di raccolta delle acque piovane, come già denunciato da questo giornale, sono da tempo ricolmi fino alle grate di sedimenti e fango solidificato. Identica situazione per i pozzetti, mentre restano coperti da detriti e vegetazione i bordi della stradina che porta su in cima alla piccola cappella della Madonna del Carmelo e prosegue nel territorio comunale di Drapia, risalendo la collina, dove sono ubicate due importanti strutture turistiche e il teatro La Pace.
Finita la pioggia, molta sabbia è rimasta sull’imbocco della SS522, anche se il tratto in questione, grazie anche all’acqua che dalla collina ha continuato a scorrere a valle per alcuni minuti, si è svuotato quasi del tutto del fango, nel frattempo depositatosi in buona parte sulle aiuole del bivio che porta, lungo il viale Martiri della Repubblica, sino alla zona del Campo Inferiore, in direzione dell’Ospedale. Questo ha causato disagi per i molti studenti dell’Alberghiero, che dalla fermata dell’autobus, di fronte alla caserma dei Carabinieri, sono dovuti risalire a piedi verso il loro istituto in una strada trasformatasi in un piccolo torrente.
Problemi anche per le auto in transito tra i comuni di Santa Domenica e Tropea, poiché il manto stradale presenta qualche insidia e, in alcuni punti, è reso sdrucciolevole dai detriti rimasti.
Quanto successo ieri è ormai la norma in questa zona. Per questo la situazione era già stata analizzata in via preliminare dal consigliere comunale Antonio Simonelli, delegato all’Ambiente, che a fine ottobre aveva spiegato come i problemi che riguardano la stradina della Conicea andranno analizzati in concerto con gli amministratori del Comune di Drapia, con i quali si dovrà adottare una linea comune per reperire eventuali fondi e mettere in sicurezza l’area.
A causa delle piogge di ieri, inoltre, molti altri punti della statale 522 nei vari comuni della costa sono rimasti ricoperti di fango, soprattutto nei punti interessati dalle esondazioni dei torrenti di fine ottobre, rendendo pericolosi soprattutto alcuni tratti del percorso tra Parghelia e Zambrone.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.