Appello di Papa Francesco contro il bullismo

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Appello di Papa Francesco contro il bullismo.

La triste storia di Alatri dove un 20enne è stato massacrato e ucciso dal branco (notte del 24/25  marzo) ripropone l’urgenza di “ri-considerare” la criminalità del fenomeno del bullismo, i cui confini sono tanto labili che ci si può facilmente ritrovare a far parte di gente omicida. E questo è successo mentre a Milano Papa Francesco si accingeva, il 25 marzo, ad incontrare 78mila persone, ragazzi di cresima con genitori e catechisti, sul tema della formazione umana e cristiana.

L’ovazione che normalmente si leva per le squadre che giocano al Meazza-San Siro, sabato scorso è stata per Papa Francesco, abbracciato dalla gioia dei giovani. Una Festa di colori e preghiera con l’animazione organizzata dalla Fondazione Oratori Milanesi e dall’Azione Cattolica Ragazzi: musica, testimonianze, coreografie e danze suggestive.
♦ Tale è stato l’ultimo incontro della sua visita pastorale del Papa a Milano: con i ragazzi cresimati e cresimandi nello stadio. Con loro anche catechisti, genitori, 400 volontari e più di mille adolescenti degli oratori: in tutto circa 78mila persone.

♥ ♥ Alla fine il forte monito del Papa ai ragazzi a non fare mai del bullismo e a promettere questo a Gesù.
E finisco con questa cosa. C’è un fenomeno brutto in questi tempi, che mi preoccupa, nell’educazione: il bullying. Per favore, state attenti.
E adesso domando a voi, cresimandi. In silenzio, ascoltatemi. In silenzio.
Nella vostra scuola, nel vostro quartiere, c’è qualcuno o qualcuna del quale o della quale voi vi fate beffa, che voi prendete in giro perché ha quel difetto, perché è grosso, perché è magro, per questo, per quest’altro? Pensateci.
E a voi piace fargli provare vergogna e anche picchiarli per questo? Pensateci.
♥ ♥ Questo si chiama bullying. Per favore, per il sacramento della Santa Cresima, fate la promessa al Signore di non fare mai questo e mai permettere che si faccia nel vostro collegio, nella vostra scuola, nel vostro quartiere. Capito?
Ragazzi:
Sì! [applauso grande]
Papa Francesco:
Mi promettete: mai, mai prendere in giro, fare beffa, un compagno di scuola, di quartiere… Promettete questo, oggi?
Ragazzi:
Sì!
Papa Francesco:
Il Papa non è contento della risposta… Promettete questo?
Ragazzi:
[fortissimo] Sì!
Papa Francesco:
Bene. Questo “sì” lo avete detto al Papa. Ora, in silenzio, pensate che cosa brutta è questa, e pensate se siete capaci di prometterlo a Gesù. Promettete a Gesù di non fare mai questo bullying?
Ragazzi:
Sì!
Papa Francesco:
A Gesù…
Ragazzi:
[forte] Sì!!
Papa Francesco:
♥ ♥ Grazie. E che il Signore vi benedica!

(fonte: da Radio Vaticana e zenit.org).

“Per favore, per il sacramento della Santa Cresima, fate la promessa al Signore di non fare mai bullismo e mai permettere che si faccia nel vostro collegio, nella vostra scuola, nel vostro quartiere. Capito? Promettete questo, oggi? Non solo al Papa, ma soprattutto a Gesù?”

Condividi l'articolo