Arresti di Ferragosto

Rissa nel centro di Tropea: 5 arresti

Nell’ambito della giurisdizione della compagnia dei carabinieri di tropea
in totale 16 denunciati nel week end

Il Comando dei Carabinieri di Tropea, guidato dal Comandante Francesco Di Pinto
16 deferiti all’autorita giudiziaria, di cui 11 a piede libero e cinque in stato di arresto : è questo il bilancio dell’attività di controllo del territorio posta in essere dai Carabinieri della compagnia di Tropea a conclusione del servizio coordinato a largo raggio finalizzato a prevenire e reprimere reati durante il week end di ferragosto.
Rissa, guida in stato di ebbrezza alcolica, porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere, violazione obblighi imposti dall’autorità giudiziaria e detenzione di sostanze stupefacenti sono le fattispecie contestate ai denunciati.
L’episodio piu grave alle ore 00.30 circa del 16 agosto, nel centro storico di Tropea (VV), quando i militari effettivi alla locale Stazione Carabinieri, in collaborazione con i Carabinieri della Stazione di Limbadi, hanno tratto in arresto i sottonotati soggetti:
– S.V., 51enne residente a Rosarno, collaboratore scolastico;
– C.F., 32enne residente a Ricadi, frazione S. Domenica ma di fatto domiciliato in Tropea;
– L.F., 50enne residente a Tropea, falegname;
– L.S., 44enne residente a Ricadi, frazione S. Domenica;
– C.D., 43enne residente a Tropea ma di fatto domiciliato in Ricadi, cameriere.
Gli stessi si rendevano responsabili in concorso del reato di rissa generata da futili motivi. Questa la dinamica del fatto: alle ore 24.00 circa S.V. ha una accesa discussione con un minore a seguito della quale volano alcuni schiaffi; il giovane immediatamente chiama i rinforzi che raggiunto in pieno centro storico (gremito a quell’ora della serata) S.V. e lo aggrediscono fisicamente tra lo stupore e la paura dei molti turisti presenti.
Nella circostanza veniva deferito in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria il minore C.F. 17enne residente a Tropea, resosi responsabile del medesimo reato. A seguito della colluttazione S.V. riportava un trauma contusivo osseo al proprio naso con sospetta frattura mentre C.F. riportava un trauma contusivo alla regione occipitale.
Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari come disposto dall’autorità giudiziaria.
Nel territorio di competenza della compagnia carabinieri di Tropea, a conclusione del predisposto servizio coordinato finalizzato al controllo della circolazione stradale effettuato durante il fine settimana di ferragosto, i militari delle Stazioni Carabinieri dipendenti unitamente a personale del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Tropea hanno deferito in stato di libertà all’autorità giudiziaria le sotto elencate persone, resesi responsabili delle violazioni di seguito indicate:
– M.F., 40enne residente a Nicotera, frazione Marina, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, poiché ritenuto responsabile della violazione degli obblighi imposti dall’autorità giudiziaria. Lo stesso veniva sorpreso a dialogare con persone del luogo con precedenti penali;
– C.R., 44enne residente a Limbadi, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, poiché ritenuto responsabile della violazione degli obblighi imposti dall’autorità giudiziaria. lo stesso veniva sorpreso a dialogare con persone del luogo con precedenti penali;
– T.V., 56enne residente a Limbadi, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, poiché ritenuto responsabile della violazione degli obblighi imposti dall’autorità giudiziaria. Lo stesso veniva sorpreso a dialogare con persone del luogo con precedenti penali;
– R.A., 32enne residente a Legnano, operaio, poiché resosi responsabile del reato di guida in stato di ebbrezza alcolica. Lo stesso, sottoposto a test etilometrico, risultava positivo. Documenti di guida ritirati;
– P.G., 31enne residente a Fara Gera D’Adda (BG), rappresentante, poiché resosi responsabile del reato di guida in stato di ebbrezza alcolica. Lo stesso, sottoposto a test etilometrico, risultava positivo. Documenti di guida ritirati;
– C.D.D., 18enne domiciliato in Rombiolo (VV), poiché resosi responsabile di detenzione abusiva di arma. Lo stesso veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico del genere vietato. Arma sottoposta a sequestro;
– F.G., 56enne residente a Rosarno, poiché resosi responsabile di detenzione abusiva di arma. Predetto veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico del genere vietato. Arma sottoposta a sequestro;
– R.G., 29enne residente a San Calogero, poiché resosi responsabile di detenzione abusiva di arma. Lo stesso veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico del genere vietato. Arma sottoposta a sequestro;
– S.P., 32enne residente a Joppolo, titolare esercizio pubblico, poiché resosi responsabile di aver organizzato uno spettacolo di musica dal vivo privo di ogni autorizzazione;
– P.M., 44enne residente a Joppolo, pregiudicato, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.s., con obbligo di soggiorno nel comune di residenza poiché resosi responsabile del reato di violazione degli obblighi imposti dall’autorità giudiziaria. Predetto ometteva di presentarsi presso l’ufficio della polizia giudiziaria nei giorni imposti dall’autorità giudiziaria.
Nel corso dello stesso servizio venivano inoltre segnalate al competente ufficio territoriale del governo le sotto elencate persone, resesi responsabili di detenzione di modica quantità per uso personale di sostanza stupefacente:
B.M., 17enne residente a Castano Primo (MI), studente, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso un grammo circa di sostanza stupefacente del tipo “cannabis indica”, la quale veniva sottoposta a sequestro amministrativo;
– C.A., 19enne residente a Vibo Valentia, frazione Porto Salvo, studente, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di complessivi cinque grammi circa di sostanza stupefacente tipo “cannabis indica”, la quale veniva sottoposta a sequestro amministrativo;
– D.A., 29enne residente a Milano, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di un grammo circa di sostanza stupefacente tipo “cannabis indica”, la quale veniva sottoposta a sequestro amministrativo.

Condividi l'articolo