Arriva un elefante

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

163a-elefanteArriva un elefante.

Nelle discussioni esprimiamo i nostri pareri, ed è giusto esprimerle. Ma quante volte la saccenteria o la presunzione di dire tutto sull’argomento ci rendono non credibili o addirittura ridicoli. Ad assistere alle disussioni televisive (i talkshow) si ha l’impressione – a volte – che conti più la sfrontatezza di come si dicono le proprie opinioni, anziché il contenuto dell’opinione stessa.
Questa storia ci insegna che, se anche possiamo cogliere un aspetto della realtà, tuttavia non la “esauriamo”: umiltà, dunque!

C’erano una volta sei saggi, che però erano ciechi.
Una volta in città arrivò un elefante ed essi vollero conoscerlo, perchè non ne avevano mai visto uno. Essendo ciechi decisero di conoscerlo toccandolo.
Il primo toccò l’orecchio grande e piatto e disse: “È come un ventaglio”.
Un altro toccò le zampe e disse: “È come un albero”.
Il terzo, toccando la coda, disse: “Sbagliate entrambi: è come una fune”.
Il quarto toccò le zanne e disse: “Macchè… è come una lancia”.
Il quinto, toccando il fianco dell’animale disse: “Ma no! È una muraglia”.
L’ultimo, afferrata la proboscide, disse: “Avete tutti torto; è come un serpente”.
I sei saggi ciechi si accapigliarono a lungo, gridando e un poco offendendosi: “Ventaglio! Albero! Fune! Lancia! Muraglia! Serpente!”
E alla fine non riuscirono a capire come fosse fatto un elefante!

Ricorda
Non lasciare che i rumori delle opinioni altrui soffochino la tua voce interiore. E più importante di tutto, abbi sempre il coraggio di seguire il tuo cuore e le tue intuizioni (Steve Jobs).

A volte la saccenteria o la presunzione di dire tutto sull'argomento ci rendono non credibili o addirittura ridicoli. Ad assistere alle disussioni televisive (i talkshow) si ha l'impressione - a volte - che conti più la sfrontatezza di come si dicono le proprie opinioni, anziché il contenuto dell'opinione stessa.
A volte la saccenteria o la presunzione di dire tutto sull’argomento ci rendono non credibili o addirittura ridicoli nell’esprimere la nostra opinione. Ad assistere alle discussioni televisive  si ha l’impressione  che conti più la sfrontatezza di come si dicono le proprie opinioni, anziché il contenuto dell’opinione stessa.
Condividi l'articolo