Aspettando Händel

Il concerto di apertura della stagione dell’Ensamble “Metamorfosi” si terrà domenica 11

L’evento fa parte del programma “Percorsi Barocchi” e verrà replicato a Limbadi

Fabio Conocchiella
Si fonderà con la suggestive cornice offerta da piazza IV novembre e, per un imperdibile pomeriggio, la musica del grande compositore Händel risuonerà per il paese. E’ quanto avverrà domenica 11 marzo alle 18.30 presso la Chiesa Madre di Briatico, dove si terrà il concerto inaugurale dell’Ensamble strumentale “Metamorfosi”. L’evento verrà riproposto, peraltro, il 18 marzo alle 19.00, questa volta nella chiesa di San Pantaleone a Limbadi. L’ingresso è, per entrambe le performance musicali, completamente gratuito. L’Ensemble, in formazione barocca con archi e basso continuo (organo) e con le voci dei solisti Paola Sangiuliano (soprano) e Sergio Sangiuliano (tenore), sarà diretto dal direttore principale Fabio Conocchiella, che per l’occasione presenterà il percorso proposto per il primo anno di attività con “Percorsi Barocchi”. Il repertorio verte, di fatto, sulla musica orchestrale, solistica e vocale composta tra ‘600 e ‘700, con la peculiarità di esecuzione “in stile”, ovvero seguendo una prassi esecutiva storicamente informata e affiancata da capolavori orchestrali di epoche successive. Nello specifico, per i primi due concerti in questione (scelti per aprire una stagione che per l’associazione si rivelerà senz’altro intensa e all’insegna della buona musica) il programma prevede l’esecuzione di brani scelti da quattro toccanti oratori sacri di Georg Friedrich Händel: Messiah (Sinfonia d’apertura e arie scelte), Jephta (Ouverture e arie scelte), Salomon (Ouverture e arie scelte) e Judas Maccabaeus (Ouverture e arie scelte).
“L’associazione musicale Metamorfosi – ha ricordato il direttore Fabio Conocchiella – nasce nel luglio 2011 per volontà di giovani musicisti calabresi, con l’obiettivo di diffondere e promuovere l’alta cultura musicale regionale, nazionale ed internazionale attraverso una serie di progetti e proposte che spaziano dall’attività concertistica a quella formativa e di ricerca, avvalendosi della collaborazione di artisti di chiara fama. Gli obiettivi che si pone e vorrebbe realizzare – ha proseguito l’interessato – sono dunque quelli di creare opportunità di crescita, formazione, scambio, promozione culturale per i musicisti e per la stessa popolazione del territorio”. Così facendo, è quanto ha specificato, concludendo, ancora Conocchiella, “il sodalizio si prodiga a farsi promotore di un impegno positivo da mandare avanti assieme alle istituzioni, ad esportare tale realtà musicale al di fuori regione e, non da ultimo, a divenire occasione di esperienze formative e di confronto con importanti realtà artistiche italiane ed estere”. L’appuntamento è, dunque, per l’11 marzo presso la Chiesa Madre di Briatico.

Condividi l'articolo