Auguri don Francesco!

Da dieci anni parroco di Zaccanopoli

Promotore di tante iniziative per la sua comunità

Don Francesco Sicari nella chiesa di Zaccanopoli
Don Francesco Sicari nella chiesa di Zaccanopoli

Don Francesco Sicari compie i suoi primi dieci anni come sacerdote della parrocchia di Santa Maria della Neve di Zaccanopoli. A nominarlo parroco della piccola comunità collinare fu l’allora vescovo Domenico Cortese nel novembre del 2000. Quando don Sicari giunse a Zaccanopoli, in paese era forte l’attesa di un nuovo pastore, poiché la parrocchia era da cinque anni sotto la responsabilità del parroco di Parghelia don Giuseppe Florio, dopo essere stata guidata per più di 16 anni dal religioso Redentorista padre Giovanni Pentangelo. Così, il giovane Sicari, a soli 28 anni ma con già cinque anni di sacerdozio alle spalle, si trovò di fronte una comunità piena di attese e speranze.
Sin da subito, come lui stesso racconta, ha cercato «di costruire relazioni positive e di non essere causa di divisioni», e per far ciò ha iniziato dando una particolare attenzione nella cura dell’azione liturgica «educando i fedeli al corretto modo di partecipare». Nei primi anni, il giovane sacerdote è riuscito a far fiorire il settore dell’educazione alla fede dei fanciulli, dei ragazzi e dei giovani, riuscendo a coinvolgere in questo percorso educativo le famiglie. Ma tante sono state le iniziative portate avanti nella società di Zaccanopoli dal sacerdote tropeano, come il Circolo Culturale sportivo “crescere insieme”, da lui fondato, «e che ha aggregato nei primi anni del mio ministero – spiega il Sicari – tanti giovani, protagonisti di iniziative di vario genere: dal giornale parrocchiale al video sul paese, dalla Corrizaccanopoli alla Festa dell’Autunno».
L’entusiasmo iniziale non si è mai spento, «nonostante in questi dieci anni ci siano stati anche alcuni momenti difficili e duri – ricorda Sicari – per un giovane parroco». Eppure il parroco di Zaccanopoli non si è arreso, né davanti alla lettera anonima né davanti alle ingiurie sui muri del paese e neppure di fronte alle tante incomprensioni, ai problemi ed ai risultati attesi che, a volte, ci hanno messo più del previsto per arrivare.
Don Sicari, infatti, ha continuato e continua a lavorare per far crescere lo spirito cristiano della sua comunità. «Dallo scorso anno è partito il progetto dell’oratorio – racconta il sacerdote – che vede coinvolte alcune mamme e giovani adolescenti come animatrici». Questo è l’ennesimo esempio di come quell’entusiasmo iniziale sia ancora vivo e di come, a distanza di tempo, la comunità abbia iniziato a dare i frutti del lavoro portato avanti da don Sicari.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.