L’Oratorio sacro dedicato al Venerabile don Francesco Mottola

A dirigere i cori e l’orchestra “Don Francesco Mottola” sarà il maestro Vincenzo Laganà di Tropea L’vento di arte e di spiritualità, voluto fortemente dal Vescovo della Diocesi di Mileto – Nicotera – Tropea Mons. Luigi Renzo La famiglia degli Oblati e delle Oblate del Sacro Cuore con gioia comunica che sabato 9 dicembre alle […]

Festeggiata a Tropea la Madonna di Romania

Il Vescovo ha presieduto la messa solenne, alla presenza delle autorità del comune Nel tardo pomeriggio, la sacra e venerata Icona della Madonna ha attraversato in processione le vie della città Si sono conclusi a Tropea i festeggiamenti per la festa patronale della Madonna di Romania, patrona della città e della diocesi di Mileto – […]

Il Vescovo Renzo festeggiato nella Basilica Cattedrale di Mileto

Chiesa di Mileto – Nicotera – Tropea alzati, guarda e spera Proveniente da Rossano, l’8 settembre di dieci anni fa iniziava il suo ministero episcopale Alzati, guarda e spera. E’ contenuto in questi tre imperativi il messaggio che Mons. Luigi Renzo ha voluto donare ai sacerdoti e fedeli della diocesi, in occasione della celebrazione del […]

Il Vescovo Renzo festeggia il X anniversario del suo Episcopato

Il 9 settembre sarà a Tropea per i festeggiamenti in onore della Madonna di Romania Il nuovo Vescovo prendeva possesso della nostra diocesi a Mileto l’8 settembre del 2007 Dopo aver ricevuto l’ordinazione episcopale nella Cattedrale di Rossano, l’8 agosto 2007, a distanza di un mese, il nuovo Vescovo di Mileto-Nicotera-Tropea prendeva possesso della nostra […]

48esimo anniversario del Pio Transito

Il Venerabile don Francesco Mottola - foto Libertino

La ricorrenza è anche occasione per affidare al Signore anche l’iter della causa di beatificazione.
La famiglia Oblata invita tutti ad unirsi in preghiera e a partecipare alla celebrazione eucaristica che si terrà venerdì 29 giugno alle ore 19:30 nella Chiesa Concattedrale di Tropea

Presentato un libro dedicato a Don Armando

In tutti il ricordo di un padre affettuoso e consigliere spirituale, una persona molto complessa ma anche molto preparata, un punto di riferimento ben preciso per quei giovani che partecipavano al Circolo Frassati negli anni 60. Un sacerdote che voleva dare ai suoi giovani un chiaro indirizzo di libertà e il senso alto della moralità che non conosceva compromessi; un prete che illuminava la mente per toccare il cuore.

Da Tropea la Rai ha trasmesso S. Messa domenicale

Un numero dunque altissimo di telespettatori, ben oltre le aspettative, che sicuramente avrà delle ricadute, anche in termini turistici per la nostra città.
Infatti come si è visto, ad aprire la trasmissione prima dell’inizio della S. Messa è stata la “cartolina” di presentazione delle bellezze storico – artistiche e naturali della nostra città. Riprese mozzafiato che hanno veicolato in tutto il mondo gli aspetti più belli e significativi del nostro territorio: dal celebre Santuario della Madonna dell’Isola all’interessante Museo diocesano; dal peperoncino e cipolla rossa di Tropea al mare cristallino e alle spiaggie bianchissime e per finire al racconto della santità tropeana incarnata nelle figure del Venerabile don Francesco Mottola e della Serva di Dio Irma Scrugli, veri testimoni della carità.

In diretta su Rai Uno la Messa domenicale

Nelle scorse settimane una troupe RAI, guidata dal regista Antonio Ammirati, ha effettuato delle riprese, anche con i droni, con le panoramiche e gli scorci più suggestivi della nostra città di Tropea, che per circa 4 minuti, andranno in onda in mondovisione immediatamente prima della diretta.
Un occasione davvero importante per valorizzare le bellezze naturali, artistiche e religiose della nostra città, definita da tutti “la perla del Tirreno”.

La Sacra Icona per le vie della città lunedì 27

La comunità tropeana si prepara a celebrare la memoria della sua Protettrice la Madonna di Romania, il prossimo lunedì 27 marzo.
La ricorrenza del 27 marzo è vissuta in maniera diversa, più sobria e forse più intima, rispetto alla celebrazione del 9 settembre, ma certamente rimane una data importante per la vita civile e religiosa dell’intera città.

XXII Pio Transito della Serva di Dio Irma Scrugli

Nell’editto emanato dalla Diocesi in vista dell’apertura della causa di Beatificazione, il Vescovo Renzo lo aveva definita “scrupolosa e fedele collaboratrice del Venerabile don Francesco Mottola” e aveva evidenziato come la Signorina Irma “ha saputo incarnare l’intima spiritualità ed il profondo amore verso il Cuore di Gesù, verso i poveri, gli anziani e gli ammalati”.

La Cattedrale di Mileto proclamata Basilica

E’ stata una giornata che sicuramente è già entrata negli annali della storia della Città di Mileto e soprattutto della Diocesi di Mileto – Nicotera – Tropea, quella che vissuta ieri domenica 18 settembre 2016.
Alla presenza del Card. Robert Sarah, prefetto della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, la Chiesa Cattedrale di Mileto è stata proclamata “Basilica minore”. Il riconoscimento, il cui decreto porta la data del 7 aprile 2016, è stato possibile dopo aver ottenuto il Nulla Osta prima della Conferenza dei vescovi calabresi e poi anche dal presidente della Conferenza episcopale italiana, il card. Angelo Bagnasco”.

“L’aquila che raggiunse il Sole”

L’Oratorio sacro si apre con l’Inno a Don Francesco Mottola dal titolo “Francesco servo di Dio. Una voce recitante aiuta a entrare, di volta in volta, nei 12 quadri che compongono l’opera stessa. Si passa attraverso gli arbori della sua vocazione, l’amore per la natura, la sua ordinazione sacerdotale, l’esaltazione della Carità, la sua donazione totale a Cristo Gesù e alla Madonna, l’abbraccio della Croce, l’istituzione della “Casa della Carità” (La Casa d’oro), l’espressione ultima che chiude la sua vita terrena: “Eccomi tutto!”, per finire con il suo mandato spirituale rivolto alle Oblate del Sacro Cuore (“Le Certosine della strada” come soleva definirle).

“Meravigliosa avventura” di una vita sacerdotale

Il 5 aprile del 1924 don Francesco Mottola veniva ordinato sacerdote ai piedi della sua Madonna di Romania nella Cattedrale di Tropea. Così scriveva ai suoi familiari: “Non ci posso pensare, non sembra vero: a Dicembre sarò diacono, a Pasqua (fra 11 mesi) Sacerdote! C’è felicità maggiore di questa?”. Iniziava così la “meravigliosa avventura” di una vita sacerdotale intensamente vissuta per Dio ed il prossimo.

Ieri la tanto “attesa” processione della Madonna

Grande emozione, come sempre, si è letta nei volti dei cittadini e dei tanti turisti, presenti ancora in città, al momento dell’uscita del Quadro dalla Cattedrale, affiancato dai Carabinieri in alta uniforme. La processione è stata animata dalle musiche del complesso bandistico di Rombiolo e il servizio d’ordine è stato svolto dalla Protezione Civile Comunale insieme alla polizia municipale, guidata dal Comandante La Fortuna.

Tropea ricorda la Serva di Dio Irma Scrugli

Come Chiara sulle orme del Poverello di Assisi, Irma condivise l’ideale di Don Mottola e si innamorò del Cristo crocifisso nudo sulla Croce, ma con le braccia slanciate per abbracciare gli emarginati, i sofferenti e cancerosi nei tuguri di Tropea, i bambini abbandonati e le persone anziane.
Da questo amore nacquero le case della Carità e l’istituto secolare delle Oblate del Sacro Cuore, di cui Irma fu sorella maggiore fino ad un anno prima della sua morte.
Mons. Girolamo Grillo non ebbe esitazione a definirla “ la nostra piccola grande Madre di Calcutta”.

Il Vescovo Renzo invita la città a riprendere quota

Il 9 settembre, in seguito, fu maggiormente solennizzato dal Vescovo Domenico Cortese, che elevò la Madonna di Romania a patrona della diocesi di Mileto Nicotera Tropea e decise di dare avvio all’anno pastorale della chiesa diocesana, convocando a Tropea, ogni anno, in questa occasione, tutto il clero e i religiosi, le associazioni e i movimenti ecclesiali, le confraternite e i fedeli delle parrocchie.

“Adoro il lunedì”

Con questo slogan, tutti i lunedi di Agosto, dalle ore 21:30 alle 24 presso la Chiesa di Santa Caterina a Tropea, gli Oblati del Sacro Cuore invitano i turisti in vacanza e i fedeli tropeani a sostare per un breve momento di preghiera dinanzi all’Eucarestia solennemente esposta.
Con questa iniziativa, una delle storiche chiese del centro storico fa rivivere le sue bellezze artistiche al suo interno.

Le Sacre Icone accolte ai piedi del Santuario

A celebrare la S. Messa all’interno del Santuario è stato don Domenico Muscari, sacerdote originario di Sant’Onofrio, attualmente missionario fidei donum in Australia. Il giovane sacerdote ha rivolto ai presenti parole cariche di speranza, presentando le due effigi come la testimonianza della fede del popolo italiano e soprattutto dei giovani cattolici. Facendo riferimento a San Francesco di Assisi e alla Vergine Maria, ha sottolineato la disponibilità a lasciarsi guidare da Dio che compie grandi cose nella vita di ciascuno e a sognare, insieme al Signore che ha un progetto di bene e di amore per ciascuno.