“Babbo Natale” viene festeggiato vicino Tropea

Una magia voluta da don Felice, giovane e dinamico parroco di Calabria

Che ci crediate o no, “Babbo Natale” viene festeggiato a Pannaconi

LaCasaDiBabboNatale

Che ci crediate o no, quest’anno San Nicola (più noto ai bambini come Santa Claus o, più semplicemente, “Babbo Natale”) viene festeggiato in un paesino vicino Tropea.
Forse avrà ben pensato di trascorrere il periodo natalizio lontano dal gelo del Polo Nord, forse non ha saputo dire di no a don Felice Palamara, giovane e dinamico parroco di Pannaconi, fatto sta che da qualche giorno Santa Claus è in Calabria.
A detta dei più informati, terminati i giretti di consegna dei regali intorno al mondo sulla sua slitta magica, che lo terranno impegnato il 24 e 25 dicembre, tornerà dal 26 in poi ad aprire le porte di casa sua, per la gioia di tutti i bimbi.
Siamo andati a trovarlo e abbiamo scoperto che la casa canonica di don Felice, come per magia, è stata trasformata nella residenza invernale di Babbo Natale. Ad attendere i curiosi e i bimbi in visita a questo luogo incantato, ci sono tanti parrocchiani di buona volontà, diventati per l’occasione elfi aiutanti di Babbo Natale.
Vista la folla numerosa che ogni giorno si reca a Pannaconi a far visita a Babbo Natale, bisogna armarsi di un po’ di pazienza, ma ciò che i grandi dovrebbero riportare alla mente in questi casi è che anche l’attesa contribuisce a rendere ancora più magica l’occasione per i propri bambini.
Giunti nello spiazzale alle spalle della chiesa parrocchiale, ci si incammina per uno stretto percorso in salita dove una soffice neve ha imbiancato gli abeti e le staccionate. A metà percorso, un simpatico elfo accoglie i bimbi e li introduce all’ingresso della casa di Babbo Natale. Ed ecco che, varcata la soglia, si viene catapultati in una dimensione parallela.
La prima stanza da visitare è una sala in cui Babbo Natale ama guardare la Tv. Qui, gli elfi raccontano la storia di Santa Claus con l’aiuto di filmati e immagini, ed offrono a tutti gli stessi pop-corn che Babbo Natale in persona ama sgranocchiare sprofondato sulla sua comoda poltrona.
La seconda stanza è la camera da letto di Babbo Natale. Gli elfi, ovviamente di nascosto, consentono ai bimbi di saltarci su per sperimentare quello che loro chiamano “il letto più comodo del mondo”!
Saliti poi per delle scale tutte addobbate a festa, si entra nell’ufficio postale personale di Babbo Natale: è qui che confluiscono tutte le letterine dei bimbi ed è qui che tutti coloro i quali ancora non l’avessero fatto possono scrivere la propria letterina e posarla sul nastro trasportatore automatizzato, che la deposita dentro i grossi sacchi postali pronti per essere consegnati a Babbo Natale.
Usciti dall’ufficio postale, imboccando la stalla dove si trova una magnifica renna sotto il cielo stellato, si passa poi per un corridoio pieno di luci e colori, per giungere alla stanza in cui sonnecchia tranquillo, di fronte a un caminetto acceso, il signor Babbo Natale in carne e ossa!
A questo punto i bambini, invitati da quel mattacchione di elfo, svegliano Babbo Natale e possono parlargli, fare due foto con lui e, se è il caso, confidargli qualche marachella e promettergli di fare i bravi in futuro. Babbo Natale è gentilissimo e dona qualche dolciume a tutti, grandi e piccini.
Ma le “dolci” sorprese non finiscono qui, perché scendendo di nuovo giù per le scale, prima di uscire, gli elfi hanno riempito una stanza di squisitezze: caramelle gommose, cioccolatini, dolci e zucchero filato, c’è proprio di tutto!
La casa di Babbo Natale si trova a Pannaconi ed è davvero un luogo ricco di magia. Finito questo periodo molto intenso (una media di 300 visitatori al giorno), rimarrà chiusa per due giorni, per consentire a Babbo Natale di distribuire i doni a tutti i bimbi della Terra. Ma per chi non fosse ancora riuscito ad andarci, c’è una buona notizia, perché grazie a don Felice e ai volenterosi parrocchiani di Pannaconi, dal 26 di dicembre, la casa di Babbo Natale tornerà ad essere aperta ogni pomeriggio dalle 16 alle 21 per tutti coloro i quali vorranno trascorrere dei momenti di gioia con i propri bambini. Inoltre, il che non guasta affatto, è importante sapere che ogni euro donato dai visitatori alla parrocchia sarà utilizzato per scopi benefici e contribuirà a portare il sorriso anche fuori dai confini di Pannaconi e della nostra bella terra.

BuonNataleAnnoNuovo

Condividi l'articolo