Bonavina e Vallone, due eccellenze tropeane

Ai dottori Bonavina e Vallone una lettera di ringraziamento

“Vorrei spezzare una lancia in favore di coloro che riportano in alto gli standard qualitativi delle professioni sanitarie”

Di seguito pubblichiamo una lettera di ringraziamento di una giovane signora tropeana che con fiducia ha riposto le sue problematiche di salute nelle mani di due compaesani, medici di alto valore professionale, a cui con tanta emozione e riconoscimento vanno i ringraziamenti meritati.

Prof. Luigi Bonavina e Dott. Giovanni Vallone
Prof. Luigi Bonavina e Dott. Giovanni Vallone

“Sono una donna di 43 anni, felicemente sposata e madre di due figli meravigliosi. Tempo fa mi sottopongo a degli esami clinici di routine e nel fare un’eco-addome mi viene riscontrata una ciste a livello della milza.
A proposito di questo e con la presente che vorrei comunicare pubblicamente alcune considerazioni riguardo la competenza, le abilità tecniche, la serietà, ma soprattutto gli aspetti umani del Dottor Giovanni Vallone che come medico ha dimostrato la sua alta professionalità, ma soprattutto vorrei sottolineare il suo generoso interessamento al caso, aspetti questi che hanno contribuito alla soluzione del mio problema.
In un periodo in cui l’opinione pubblica tende a sottolineare soprattutto gli aspetti negativi della sanità, io vorrei spezzare una lancia in favore di coloro che riportano in alto gli standard qualitativi delle professioni sanitarie.
L’intervento è stato eseguito al Policlinico S. Donato Milanese (MI), dal Prof. Luigi Bonavina e dalla sua meravigliosa equipe ai quali va il mio più sentito ringraziamento per come sono stata accolta e seguita nel periodo pre e post operatorio. Durante il ricovero, sono stata piacevolmente colpita dalle capacità professionali tecnico-chirurgiche di alto livello, dalla facile accessibilità nei rapporti con il personale medico, dalla disponibilità costante nel fornire spiegazioni e nel preoccuparsi dello mio stato di salute.
Affidarsi con fiducia a chi si deve occupare della nostra salute o di quella dei nostri cari rende tutto meno doloroso, meno preoccupante e l’evoluzione in positivo più probabile. In queste circostanze, sentirsi una persona e non un numero è molto importante e determinante per affrontare al meglio qualsiasi situazione.
Al Dott. Giovanni Vallone e al Prof. Luigi Bonavina, due eccellenze della nostra terra, dico: Semplicemente grazie.

Lucia

Condividi l'articolo