Cade l’Amministrazione Rodolico

Fatale il voto contrario per il riequilibrio di bilancio

Dichiarazione di voto del gruppo consiliare “Democratici e Progressisti”

Giuseppe Rodolico Sindaco di Tropea - foto Libertino
Giuseppe Rodolico Sindaco di Tropea – foto Libertino

Nel decidere che voto esprimere in merito alla proposta di riequilibrio del bilancio abbiamo ritenuto giusto domandarci:
l’amministrazione Rodolico ha migliorato la condizione di vita dei tropeani?
Ha reso più bella, migliore, più vivibile la città di Tropea?
Può assicurare progresso alla nostra città?
Può ancora realizzare quanto contenuto nel programma col quale ci siamo presentato agli elettori?
La risposta è stato un chiaro NO.
Quanto scritto dal Sindaco, in risposta all`interrogazione presentata dal nostro gruppo, certifica il fallimento politico ed amministrativo dell`attuale amministrazione comunale. Dalla lettura della stessa, dal livore che ha caratterizzato la risposta a chi chiedeva solo interventi urgenti per il paese, si comprende come il Sindaco sia lontano anni luce dal comprendere lo stato di sofferenza cui la città è costretta.
Se qualche intervento è stato posto in essere in piena stagione estiva lo si deve solo alla pubblica denuncia che quella interrogazione ha rappresentato. Ma si è trattato di interventi realizzati in fretta e furia nel solo nel mese di luglio, quando in altre località già a maggio risultavano ultimati (ci riferiamo, ad esempio, all’istallazione dei parcometri, al rinnovo segnaletica orizzontale).
Rimane completamente assente, non solo la programmazione, ma anche la gestione ordinaria del paese che è limitata a far fronte alle sole urgenze.
A differenza di chi preferisce tirare a campare, riteniamo sia giusto chiedere scusa agli elettori, ammettendo che tutti noi non siamo stati, per cause molteplici che ormai non possono interessare la cittadinanza, meritevoli del credito che i cittadini tropeani ci avevano riconosciuto.
Il senso di responsabilità ci ha consigliato di concedere alla Giunta comunale il tempo utile ad approntare quanto necessario ad assicurare una dignitosa apertura della stagione estiva. L`assenza di qualsiasi risposta in merito ai problemi concreti che avevamo segnalato all`esecutivo, sostituita da fumose accuse e da ingenerose valutazioni che sono persino scadute in attacchi di carattere personale, consigliano di non indugiare oltre e di non concedere altro credito fiduciario. Non c’è risentimento ma delusione.
Siamo certi che questa sia la scelta più giusta per la città, che non può essere amministrata da un Sindaco privo di una maggioranza che sostiene il suo governo e da un’amministrazione incapace a rispondere tempestivamente alle esigenze di una località prestigiosa quale è Tropea.
Il nostro no alla proposta di deliberazione in materia di riequilibrio di bilancio ha quindi il valore di un chiaro voto politico. Quanto poteva essere fatto per assicurare una discreta estate è stato posto in essere, seppur con paurosi ritardi e molteplici omissioni, posto in essere.
E’ giusto che la città abbia un governo saldo ed efficiente, rispondente ai risultati scaturiti dalla urne. La politica ha le sue regole e non ammette scorciatoie, quindi diciamo no all’esperienza del governo Rodolico.
Esprimiamo, in tal modo, un voto contrario alla proposta di deliberazione che rappresenta in maniera incontrovertibile il dissolvimento della maggioranza che sostiene il Sindaco Rodolico.

Domenico Tropeano, Sandro D’Agostino, Antonino Valeri

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino
Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.