Commemorazione dei caduti in guerra

Partecipata la Santa Messa

Deposta una corona sul monumento dei caduti

Le istituzioni sull'attenti hanno reso omaggio a chi è caduto in battaglia in nome della patria - foto Libertino
Le istituzioni sull'attenti hanno reso omaggio a chi è caduto in battaglia in nome della patria - foto Libertino
Anche a Tropea, a centocinquant’anni della nascita dell’Italia ed al termine della Grande Guerra, si è svolta la commemorazione dei caduti di tutte le guerre.

Un momento solenne della cerimonia è stato quello rappresentato dalla Santa messa, officiata nella chiesa concattedrale da don Ignazio Toraldo e da don Nicola De Luca, parroco del Rosario.

Presenti le autorità cittadine, dal Sindaco Adolfo Repice, al Capitano della Compagnia di Tropea Francesco Di Pinto, e dal Capo della Polizia Urbana Francesco Marciano ai vari rappresentanti delle Forze Armate. Anche le asssociazioni, come quella dei Carabinieri in pensione, hanno garantito una propria rappresentanza, e così pure i consiglieri comunali Libero Padula, Mazzitelli, Nino Valeri. Molti i cittadini presenti alla cerimonia.

Dopo la messa si è formato un corteo, che si è avviato in piazza Vittorio Veneto, per la consueta deposizione della corona di alloro. I rappresentanti delle istituzioni si sono fermati, sull’attenti, per rendere omaggio a chi è caduto in battaglia in nome della patria.
[nggallery id=66]

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino
Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.