Calabria in Vaticano – Chi banda non sbanda

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Calabria in Vaticano: “Chi banda non sbanda”.

251a-bandaVaticano 25 settembre 2015 –  “Chi banda non sbanda”, l’orchestra di giovani uniti dalla musica contro la mafia. L’iniziativa riunisce 70 ragazzi appartenenti a famiglie ‘nemiche’. Il concerto ha avuto luogo nei Musei Vaticani, diretto da Maurizio Managò. Riccardo Muti ha detto: “Un vero miracolo calabrese”.

Arrivata in Vaticano direttamente dalla Calabria l’iniziativa “Chi banda non sbanda”, definita da Riccardo Muti “un vero e proprio miracolo calabrese”.
Grazie a questo progetto promosso dal Comitato Nazionale Italiano Musica, infatti, ragazzi appartenenti a famiglie nemiche, in lotta da una vita, si sono ritrovati uniti dallo stesso amore per la musica. Oltre 70 i giovani calabresi che hanno scelto di fare parte dell’Orchestra Giovanile di Laureana di Borrello (RC) diretta dal Maestro Maurizio Managò.
Un’esperienza unica in Italia che ha saputo fare incontrare il mondo musicale con quello giovanile per combattere ogni idea di mafia e di divisione.
♦ Venerdì 25 settembre 2015, alle 20.30, sono stati proprio loro i protagonisti del grande concerto tenuto nei Musei Vaticani grazie alla collaborazione tra il Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, la direzione dei Musei Vaticani e il CIDIM.
♦ Il programma della serata ha visto un ampio repertorio con musiche di Verdi, de Haan, Astor Piazzolla-Oblivion e Libertango, Grainger, Pusceddu, Piovani, Van McCoy e Zimmer.
L’iniziativa, che rientra nelle aperture serali del museo papale, ha assunto un significato speciale perché, grazie ai giovani musicisti calabresi diretti da Managò, i Musei Vaticani si sono trasformati in un vero e proprio laboratorio musicale per promuovere i valori universali della solidarietà, della pacifica convivenza e dell’incontro.
♦ Notevole l’impegno del maestro Managò, che ha fatto del progetto “Chi banda non sbanda” un suo impegno prioritario, organizzando con cura stage con i massimi esponenti del panorama nazionale per relazionare sempre più i ragazzi con professionisti e un pubblico sempre più numeroso.
E così, venerdì 25 settembre i ragazzi dell’orchestra Luareana di Borrello hanno avuto l’occasione di conquistare uno dei luoghi dedicati alla cultura e all’arte tra i più famosi al mondo: i Musei Vaticani. Una grande opportunità per fare conoscere anche a livello internazionale questa meravigliosa esperienza che attraverso la musica cerca di costruire una nuova idea di comunità puntando su valori quali la solidarietà e l’amicizia.
(fonte: zenit.org).

"Chi banda non sbanda", l'orchestra di giovani uniti dalla musica contro la mafia. L'iniziativa riunisce 70 ragazzi appartenenti a famiglie 'nemiche'. Il concerto ha avuto luogo nei Musei Vaticani, diretto da Maurizio Managò. Riccardo Muti ha detto: "Un vero miracolo calabrese".
“Chi banda non sbanda”, l’orchestra di giovani uniti dalla musica contro la mafia. L’iniziativa riunisce 70 ragazzi appartenenti a famiglie ‘nemiche’. Il concerto ha avuto luogo nei Musei Vaticani, diretto da Maurizio Managò. Riccardo Muti ha detto: “Un vero miracolo calabrese”.

Condividi l'articolo