Tropeani e vacanzieri acclamano Matteo Salvini

Una folla oceanica ha accolto, questo pomeriggio, il leader del partito “Noi con Salvini”, giunto a Tropea dopo le tappe di Vibo Valentia e Briatico.
Salvini, accompagnato dal referente provinciale Antonio Piserà, ha chiuso il tour vibonese al bar Totonno dove si è impegnato a “ripulire l’italia da nord a sud dai clandestini”.

Appello a cuore aperto al Sindaco Rodolico

La mia onestà politica, a questo punto, impone sì un passo indietro ma sempre in favore della città. Non voglio niente a livello personale, rivendico solamente l’accordo politico iniziale del “Gruppo Bretti”, fiduciosa che questo mio appello di riconciliazione venga accolto da entrambe le parti, aiuti a distendere gli animi e ad abbandonare realmente personalismi ed ipocrisie.

Tutti i tropeani sono in attesa della nuova Giunta

Quello che sicuramente non dovrebbe assolutamente fare è tergiversare in tatticismi o, peggio ancora, sottomettersi alle pressioni che travalicano l’ordinaria dialettica politica pur di insediarsi, purchessia. L’ennesimo fallimento sarebbe alle porte e la Città non può permetterselo!

Nesci : “No all’uso politico della sentenza”

Occorre, allora, pretendere sempre chiarezza, sul presupposto che le vicende processuali sono legate, inevitabilmente, ad aspetti di procedura e tecnica del diritto. Perciò tocca anzitutto ai partiti, come spesso ho ribadito, esercitare un ruolo di vigilanza costante sulla composizione delle liste e sulle scelte delle amministrazioni locali.
Noi 5stelle abbiamo fatto la nostra parte, nell’interesse pubblico.

Il disastro della riforma Delrio

Nel frattempo, che questa emergenza del sistema stradale calabrese si risolva, NcS propone la sospensione del Bollo AUTO, in questo modo il Governatore e la sua giunta, potranno sin da subito dimostrare con i fatti la loro attenzione per i calabresi che ogni giorno subiscono i disagi di una rete viaria da terzo mondo.

Non possono passare nel silenzio le notizie

«Sono gravissime e non possono passare nel silenzio le notizie che Repubblica.it ha riportato sull’esistenza di intercettazioni che proverebbero rapporti elettorali tra l’esponente renziano del Pd Gianluca Callipo e Leonardo Sacco, protagonista della Confraternita della Misericordia di Isola Capo Rizzuto, arrestato nell’operazione “Jonny” che ha svelato gli interessi del clan Arena sull’accoglienza ai migranti nell’area crotonese».

A Pizzo Calabro la II tappa di “AcquaRaggia”

I 5 stelle hanno presentato alla Camera una nuova interrogazione sul futuro del servizio idrico calabrese e trasmesso una segnalazione specifica all’Aeegsi. «La Regione – hanno ricordato i parlamentari – ha già anticipato a Sorical circa 25 milioni di euro per investimenti, che dovevano essere restituiti». Nesci ha infine addebitato al sindaco di Pizzo Calabro, Gianluca Callipo, la bocciatura del piano di riequilibrio finanziario del Comune, preludio della dichiarazione di dissesto.

Irresponsabile blocco delle 600 assunzioni

Nell’esposto la parlamentare 5 stelle ha precisato di temere «che con giochi di potere si possano rinviare le assunzioni già decretate, magari col ricorso a tecnicismi giuridici che non trovano riscontro alcuno nella prassi finora seguita dagli organismi interessati».

Non c’è futuro senza memoria

Non c’è futuro senza memoria, ed è giusto ricordare. «Oggi, 21 marzo, è ufficialmente la Giornata nazionale in ricordo delle vittime delle mafie. Ma ora la politica faccia in modo che non si trasformi tutto in una giornata dell’ipocrisia». Questo il monito lanciato dal deputato Riccardo Nuti, secondo cui «la giornata di oggi somi-glia, nel mondo della politica e non solo, più ad una giornata della passerella di chi poteva agire contro la mafia e invece si è fatto fermare dalle paludi della conve-nienza politica e degli affari».

Sette mesi per una visita diabetologica

«Il direttore sanitario del presidio, Liberata Purita, esponga nell’immediato le ragioni dello specifico disservizio ed esibisca le note trasmesse ai superiori su eventuali carenze che l’abbiano determinato. Già da oggi il direttore generale dell’Asp di Vibo Valentia, Angela Caligiuri, intervenga per risolvere il problema».

Il governatore Oliverio non può più tacere

È il controllore che controlla il controllato. È come se gli studenti universitari potessero assegnarsi i voti delle materie da soli, come se l’esame per la patente lo giudicasse lo stesso candidato, come se l’imputato fosse anche giudice». «Questa forzatura del ministro Lorenzin – conclude Nesci…

Senza stipendio i dipendenti della provincia

A Stilo la parlamentare 5 stelle ha ricordato di aver già «informato a modo il Ministro dell’Interno, che segue la vicenda con grande attenzione». Nella lettera la deputata ha ribadito la necessità «di pagare ai riferiti dipendenti almeno una delle quattro mensilità arretrate, ad evitare ulteriori gravami e lacerazioni al personale in predicato».

È tempo di porre fine alle passerelle menzognere

Prioritariamente dovrebbero transitare le ex strade statali: S.S 606 Vibo Valentia – S. Onofrio; S.S. 522 Bivio Angitola – Tropea, S.S. 110 Bivio Angitola – Monte Cucco, S.S. 110 Monte Cucco – Nardo di Pace, S.S. 510 Fabrizia – Mongiana, strade sono di valenza strategica per la viabilità e lo sviluppo economico provinciale. Le altre strade provinciali fino a che non si perfezioni l’iter del passaggio all’A.N.A.S., vengano affidate alla stessa la gestione di queste in regime di “service”.

La deputata calabrese Nesci è stata prima firmataria

Nella dichiarazione di voto la parlamentare ha sottolineato: «Vengo dalla Calabria, in cui la ‘ndrangheta è riuscita a conquistare ampi spazi di potere pubblico. Ricordo, per esempio, la condanna dell’ex consigliere regionale Franco Morelli». «Ricordo – ha proseguito la parlamentare M5s – la cupola di ‘ndrangheta,…