Continuano i servizi coordinati

Con il supporto della Compagnia speciale di Vibo Valentia

Servizio dei Carabinieri della Compagnia di Tropea nella provincia di Vibo V.

La Caserma dei Carabinieri della Compagnia di Tropea - foto Libertino
La Caserma dei Carabinieri della Compagnia di Tropea - foto Libertino

Proseguono i servizi coordinati eseguiti dai Carabinieri della Compagnia di Tropea con il supporto dei militari della Compagnia Speciale di Vibo Valentia. Oltre ai due arresti eseguiti a Nicotera l’11 aprile scorso per trasporto illegale di rifiuti pericolosi (Minzolo e Oliveri), sono 21 i soggetti deferiti in stato di libertà all’autorità giudiziaria nel corso degli ultimi coordinati ad finalizzati al controllo del territorio disposti dal superiore Comando Legione.
Degni di particolare nota sono due deferimenti per resistenza a Pubblico Ufficiale e Favoreggiamento conseguenti ad un episodio particolare verificatosi nel pomeriggio dello scorso 11 aprile, nel corso dell’ultimo servizio coordinato, in Limbadi, località “Piana di Bucceri”:
1.      G.A., 26enne di Nicotera, nullafacente, pregiudicato, resosi responsabile di resistenza a p.u.;
2.      S.A., 36enne di Nicotera, benzinaio, incensurato, resosi responsabile di favoreggiamento.
Nella circostanza, G.A., mentre transitava a bordo di motociclo di grossa cilindrata in quella località, non ottemperava all’ALT imposto dai militari dandosi alla fuga e facendo perdere le proprie tracce. L’immediata cirturazione del territorio consentiva, alle successive ore 18.30 circa, il controllo dell’autovettura di proprietà e condotta da S.A., a bordo della quale viaggiava, occultatosi nella parte bassa dei sedili posteriori, il soggetto riconosciuto come il conducente del motociclo resosi autore della precedente resistenza.
Le successive ricerche consentivano di rinvenire, occultato nei pressi di un capannone sito quella località, il motociclo utilizzato per la resistenza, risultato non coperto da assicurazione e pertanto sottoposto a sequestro penale ed amministrativo.
Oltre a questo episodio sono stati altri sette i deferiti all’Autorità Giudiziaria l’11 aprile scorso:
–   L.T.C., 74enne di Tropea, pensionato, poiché resosi responsabile di detenzione illegale di oggetto atto ad offendere. Il soggetto, corso perquisizione veicolare, veniva trovato in possesso di una mazza di legno, sottoposta a sequestro;
–   F.T., 58enne di Marina di Gioiosa Ionica, camionista, poiché  resosi responsabile di porto ingiustificato di armi. Il soggetto, corso perquisizione personale, veniva trovato in possesso di nr.2 coltelli a serramanico di genere vietato, sottoposti a sequestro;
–   G.N., 25enne di Rombiolo, disoccupato, con precedenti polizia, poiché resosi responsabile di porto ingiustificato di armi. Il soggetto, corso perquisizione personale e veicolare, veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico di genere vietato, sottoposto a sequestro;
–   F.S., 75enne di Nicotera, pensionato, poiché resosi responsabile di incendio doloso. Il soggetto veniva sorpreso mentre appiccava fuoco a sterpaglie poste nelle adiacenze della propria abitazione per un’area di circa mq.10 circa. fiamme si autoestinguevano;
–   M.E., 23enne di Nicotera, nullafacente, pregiudicato, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S., poiché responsabile di violazione degli obblighi imposti dall’A.G.. Il soggetto veniva sorpreso in compagnia di persone pregiudicate del luogo;
–   C.D., 44enne di Nicotera, Frazione Marina, nullafacente, pregiudicato, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno, poiché responsabile di violazione degli obblighi imposti dall’A.G.. Il soggetto veniva sorpreso in compagnia di persone pregiudicate del luogo.
Ad esito del servizio venivano inoltre segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo – Prefettura di Vibo Valentia due giovani sorpresi in possesso di modesto quantitativo per uso personale di sostanza stupefacente.

Altre 13 persone erano già state deferite nel corso dei coordinati svolti con la stessa formula durante il mese di marzo. Falso materiale commesso da privato, inosservanza dei provvedimenti emessi dall’Autorità Giudiziaria, detenzione di sostanze stupefacenti, porto ingiustificato di armi, violazione degli obblighi della Sorveglianza Speciale di pubblica sicurezza, porto abusivo di armi, rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità, ricettazione e guida in stato di ebbrezza alcoolica: sono queste le violazioni più gravi accertate dai militari della Compagnia Carabinieri di Tropea.
Durante i servizi sono state inoltre elevate numerose contravvenzioni al Codice della strada al fine di contrastare le condotte di guida che mettono a rischi l’incolumità degli utenti.
Già nell’ambito del coordinato dell’8 marzo u.s. erano state denunciate 7 persone:
–   Z.S., di 39 anni di San Calogero, poiché resosi responsabile del reato di falso materiale commesso da privato. Lo stesso, infatti, veniva sorpreso alla guida del veicolo avente il libretto di circolazione palesemente contraffatto. Documento di circolazione sottoposto a sequestro;
–   C.F., di 43 anni di San Calogero, poiché reso di responsabile di rifiuto di fornire indicazioni circa la propria identità personale. Lo stesso si rifiutava di fornire le proprie generalità ai militari operanti che lo avevano fermato presso un posto di controllo;
–   F.G., di 75 anni di Joppolo, poiché resosi responsabile del reato di ricettazione. Lo stesso, infatti, veniva sorpreso transitare a bordo di macchina agricola risultata da successivi accertamenti provento di furto. Il mezzo è stato restituito al legittimo proprietario;
–   S.V., di 44 anni di Ricadi, poiché resosi responsabile del reato di falso materiale commesso da privato. Lo stesso, infatti, veniva sorpreso alla guida del veicolo avente il contrassegno assicurativo internazionale palesemente contraffatto. Autovettura e documenti sottoposti a sequestro;
–   D.C.M., di 79 anni di Santa Domenica di Ricadi, poiché resosi responsabile di guida in stato di ebbrezza alcolica. Lo stesso, infatti, veniva sorpreso a bordo dell’autovettura di sua proprietà in stato di ebbrezza alcolica. Documenti di guida ritirati;
–   G.E., di 23 anni di Drapia,  poiché resosi responsabile di guida sotto lìeffetto di sostanze stupefacenti. Lo stesso, infatti, veniva sorpreso a bordo dell’autovettura di sua proprietà d. Documenti di guida ritirati.
In data 31 marzo scorso in Tropea, Limbadi, Joppolo, Nicotera, Spilinga e San Calogero ad esito dello stesso tipo di servizio erano state 7 le persone denunciate:
–   P.M., di 72 anni di San Ferdinando, poiché resosi responsabile del reato di detenzione illegale di arma. I militari, nel corso di perquisizione veicolare, hanno rinvenuto una mazza di legno del tipo “baseball”, la quale veniva posta sotto sequestro;
–   O.V., di 19 anni ucraino residente a Ricadi, poiché resosi responsabile di detenzione illegale di munizionamento. I militari operanti, nel corso di perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto una cartuccia calibro 12, una calibro 45 ed una calibro 7.65, tutte illegalmente detenute. Il materiale esplodente è stato sottoposto a sequestro;
–   C.R., di 44 anni di Limbadi, sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di dimora nel comune di residenza, poiché resosi responsabile del reato di violazione degli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria. Lo stesso, infatti, veniva sorpreso ad accompagnarsi con persone pregiudicate del posto, in violazione alla prescrizione imposta dall’Autorità Giudiziaria;
–   M.D., di 32 anni di Nicotera, anch’egli sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, poiché resosi responsabile del reato di violazione degli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria. Lo stesso, infatti, veniva sorpreso ad accompagnarsi con persone pregiudicate del posto, in violazione alla prescrizione imposta dall’Autorità Giudiziaria;
–   L.S.F., di 29 anni di Tropea, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, poiché resosi responsabile del reato di violazione degli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria. Lo stesso, infatti, ometteva di presentarsi presso ufficio della Polizia giudiziaria negli orari imposti dall’Autorità Giudiziaria;
–   G.P., di 53 anni di Gioia Tauro, operaio, poiché resosi responsabile del reato di falso materiale commesso da privato. Lo stesso infatti veniva sorpreso alla guida del veicolo, avente il contrassegno assicurativo palesemente contraffatto. I documenti di guida ed assicurativi sono stati sottoposti a sequestro;
–   A.L., di 29 anni di Santa Domenica di Ricadi, poiché resosi responsabile di detenzione di sostanze stupefacenti. Lo stesso, nel corso di perquisizione personale e veicolare, veniva trovato in possesso di grammi 2 di sostanza stupefacente tipo marijuana, la quale veniva sottoposta a sequestro.


Comandante Comp. CC  Tropea

Condividi l'articolo