Casino Royal in fiamme a Tropea

Si attendo perizie tecniche

Salta in aria con un forte boato che ha riecheggiato nelle zone circostanti

Il “Casino Royal” tra Via 4 Novembre e Via delle Vittorie - foto Libertino
Salta in aria il “Casino Royal” tra Via 4 Novembre e Via delle Vittorie. Si tratta di un bar sito in zona adiacente a Piazza Vittorio Veneto che è andato in fiamme.
È accaduto stasera alle ore 21 e 45. Un forte boato ha riecheggiato nelle zone circostanti spaventando tutti.
Il “Casino Royal” tra Via 4 Novembre e Via delle Vittorie - foto Libertino
Purtroppo bisogna attendere le 22 e 22 per l’arrivo dei pompieri.
In poco tempo la popolazione residente si è riversata sul luogo.
Lo scenario è abbastanza impressionante. Le fiamme divampano dall’interno del locale. Le 5 o forse 6 macchine parcheggiate attorno prendono fuoco.
Il “Casino Royal” tra Via 4 Novembre e Via delle Vittorie - foto Libertino
Gli appartamenti ubicati al di sopra del locale hanno le tapparelle divelte.  
Gli inquilini degli stessi appartamenti si sono riversati per la strada tra le lacrime ed in preda alla disperazione.
La deflagrazione è stata violenta, difficile per tutti dare una interpretazione lucida dei fatti.
I passanti sono impauriti non si esprimono giudizi. Anche i proprietari dei locali adiacenti temono la propagazione dell’incendio. Qualunque cosa sia successa non fa presagire nulla di buono. Si attendo perizie tecniche.
La popolazione vuole delle risposte in quanto l’incendio ha messo in pericolo l’incolumità dell’intera collettività.

Condividi l'articolo

One thought on “Casino Royal in fiamme a Tropea”

  1. mi voglio complimentare con la sig.na nesci per l’articolo è stata una delle poche che ha detto che è difficile dare una interpretazione giusta dei fatti. tutte le altre testate hanno parlato di attentato che per me non è stato, vedendo la deflagrazione è stato più per combustione, il locale per aprirsi da tutti i lati in ugual misura significa che era pieno di gas, una bomba fa danni solo dal lato in cui era posizionata. grazi franco

Comments are closed.