Caterina Sorbilli alla guida dell’A. Cattolica locale

“Essere cristiani significa praticare l’Amore di Dio in relazione con il prossimo”

La neo presidente guiderà il prossimo triennio

Da poco più di un mese in tutta Italia sono state avviate le procedure per il rinnovo dei vari Consigli parrocchiali delle associazioni facenti parte dell’Azione Cattolica Italiana.
Anche nella nostra diocesi, guidata da Monsignor Luigi Renzo, Vescovo di Mileto, Nicotera e Tropea, si è proceduto a tale rinnovamento nelle singole parrocchie, che anticipa nei tempi quello che a breve interesserà la composizione del Consiglio diocesano e più in là quello regionale e poi nazionale.
Il 2017 rappresenterà per l’intera Azione Cattolica un traguardo molto importante, infatti in Aprile si apriranno le celebrazioni per il centocinquantesimo anniversario della sua fondazione. Una serie di appuntamenti importanti segneranno questo anno sociale ad iniziare appunto dal 29 aprile quando in Piazza San Pietro gli associati saranno ricevuti da Papa Francesco.
A livello locale, a guidare per il prossimo triennio l’associazione cristiana che opera all’interno della Parrocchia del Rosario di Tropea sarà Caterina Sorbilli, insegnante e giornalista, impegnata da anni in attività di volontariato sociale e solidale.
“Il triennio che mi spetta guidare – dice la neo presidente – mi auguro possa ancor di più caratterizzarsi nell’offerta di un servizio laicale più attivo e concreto all’interno della Parrocchia del Rosario; è infatti in questo ambiente che da anni molti associati prestano il proprio servizio con particolare attenzione alla catechesi di piccoli, giovani e adulti, all’organizzazione di momenti di preghiera  e meditazione, all’animazione liturgica, alla cura e la pulizia degli ambienti parrocchiali, alla collaborazione nella Caritas interparrocchiale, all’organizzazione di momenti educativi in attività diocesane come i campi scuola, le giornate della pace, le feste degli incontri, ecc, tutte attività di alto valore formativo che cercano di travalicare anche i confini puramente religiosi per attestarsi come esempi di formazione umana e sopperire a carenze sociali sempre più evidenti nella nostra società”.
E’ l’esperienza di fede alla luce del Vangelo, la testimonianza laica a cui l’A.C. aspira, un’associazione di uomini e donne che in forma comunitaria cercano, ognuno secondo le proprie capacità, di mettersi al servizio della Chiesa e del prossimo: “Essere cristiani – continua la Presidente – significa innanzitutto essere testimoni dell’Amore di Dio, praticare l’Amore di Dio e ciò può avvenire solamente se ci si mette in relazione con il prossimo. Non possiamo limitarci ad essere solo i bravi cristiani della domenica, né tantomeno rifugiarsi nel nostro rapporto esclusivo con Dio; Dio è nell’altro, nel vicino, innanzitutto in chi ha bisogno d’aiuto, nel prossimo più sfortunato, in chi, paradossalmente oggi più che mai, vive momenti di solitudine e di sconforto sociale. Si ha il dovere da cristiani di attivarci in questa direzione, magari facendo anche piccoli passi, modeste iniziative, ma che comunque non ci facciano arenare nell’immobilismo cinico di chi si rifugia solo ed esclusivamente nella forza della fede personale. Giusto per fare un esempio, come prima attività di questo triennio, insieme agli altri consiglieri del direttivo, abbiamo voluto iniziare il nuovo cammino con un segno concreto: nei giorni a ridosso del Santo Natale abbiamo allestito, in chiesa, l’Albero della solidarietà, un albero di Natale con i colori dell’A.C. ai cui piedi sono state poste delle ceste con generi di prima necessità messi a disposizione per chi ne avesse avuto bisogno. A tal proposito voglio ringraziare quanti hanno permesso, con le loro donazioni, che l’albero prendesse Vita, come luogo di condivisione ed angolo di altruismo, come dispensa d’amore prima che fonte materiale di necessità quotidiane”.
Tante altre saranno le iniziative proposte e organizzate nei prossimi mesi, assicura infine la presidente parrocchiale: “Ad iniziare da una serie di appuntamenti per la formazione degli adulti e dei giovani cristiani, con l’aiuto del nostro parroco, don Nicola De Luca, avremo modo di condividere momenti formativi validi ed autentici perché come fedeli, e a maggior ragione come educatori e formatori, nessuno può sentirsi arrivato a traguardo o completo nel suo percorso di fede”.
Per finire, imminente il prossimo appuntamento dell’A.C. tropeana e diocesana: sabato 28 gennaio, si svolgerà la “Marcia della Pace” per le vie di Vibo Valentia, con partenza dalla Parrocchia della Sacra Famiglia, alle ore 17,00.

La redazione di Tropeaedintorni porge alla neo presidente Caterina Sorbilli (storica collaboratrice della testata) i migliori auguri per questo nuovo e importante incarico.

 

Condividi l'articolo
Alessandro Stella
Alessandro Stella
Scrittore, ha pubblicato i romanzi "La donna di Susa" e "Il pianto del monachello" per Pellegrini editore. Collaboratore della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.