Ceneri e quaresima

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Ceneri e Quaresima.

Oggi inizia la Quaresima con il mercoledì delle Ceneri che ne rende ben visibile il carattere penitenziale attraverso l’austero rito dell’imposizione delle ceneri. Il rito delle ceneri non si ferma alla umiliazione della persona (Ricordati che sei polvere!), ma la invita a risorgere dai propri peccati, riconoscendo la propria fragilità e riconciliandosi con Dio e con i fratelli. – «Vi supplichiamo, in nome di Cristo: lasciatevi riconciliare con Dio», «Tornate al Signore, vostro Dio». E’ sì un tempo di penitenza, ma di una penitenza che mira alla risurrezione. Perciò Gesù ci rivela il senso profondo delle pratiche religiose e penitenziali: l’elemosina sia nascosta; il digiuno sia gioioso; la preghiera sia umile. «E il Padre, che vede nel segreto, ti ricompenserà».

♦ Oggi è il mercoledì delle Ceneri, che da inizio alla Quaresima.
♥ Due le formule che accompagnano l’austero segno della imposizione delle ceneri sul capo dei fedeli: o la tradizionale «Ricordati che sei polvere e in polvere ritornerai» oppure la più recente «Convertitevi e credete al Vangelo» (Mc 1, 15), introdotta dalla riforma liturgica del Concilio Vaticano II.
In questa giornata tutti i cattolici dei vari riti latini sono tenuti a far penitenza e ad osservare il digiuno e l’astinenza dalle carni. Incomincia così un periodo di penitenza e conversione. E’ l’inizio della Quaresima.

Una singolare storia.
Astinenza dalle carni… ma anche dal buon pesce!)

♦ Mercoledì delle Ceneri in una nota località marinara. Un cliente vuole magiare del pesce. Entra nella trattoria, semplice e  invitante. Lo accoglie il titolare.
– Cosa prende?
– Cosa mi consiglia?
♦  La domanda può diventare rischiosa se il titolare è poco incline alla sincerità.
Ma il titolare ha fiducia nella tradizione del suo locale. Pertanto elenca piatti di verdure crude e cotte.
– Vengo da lontano, ho camminato molto, preferirei un primo a base di pesce”.
♦  E il titolare con ammirevole coraggio:
– Oggi è mercoledì delle ceneri, signore. Noi per oggi cuciniamo solo verdure.
E di verdure furono le portate.
Il cliente accettò umilmente, ammirando in cuor suo di aver incontrato un testimone di fede oltre che un ottimo ristoratore.
E penitenza fu anche per il cliente.

«Ricordati che sei polvere e in polvere ritornerai» oppure «Convertitevi e credete al Vangelo». Con questi inviti comincia oggi, Mercoledì delle Ceneri, la Quaresima, il periodo penitenziale di quaranta giorni che precedono la Pasqua cristiana. Il sacerdote impone della cenere sul capo dei fedeli per incoraggiarli all’impegno penitenziale del tempo di Quaresima e per inficsre una vita di risurrezione sui propri peccati.

Condividi l'articolo