Chiesa della Madonna dell’Isola

Entro due anni la riqualificazione

Incontro tra l’abate di Montecassino e il sindaco Euticchio

Si è conclusa, ieri sera, con la celebrazione della messa in Cattedrale, la visita tropeana di Dom Pietro Vittorelli, neo abate dell’Abbazia di Montecassino, che dal 1090 detiene la giurisdizione ecclesiale sulla Chiesa della Madonna dell’Isola. Concelebrata dal vescovo mons. Luigi Renzo, la cerimonia religiosa ha riunito i membri della diocesi di Mileto, Tropea e Nicotera, i rappresentanti delle Istituzioni civili e militari e la numerosa cittadinanza. Giunto in mattinata, Dom Vittorelli ha scandito la sua giornata con una serie d’incontri volti a capire, definitivamente, la questione intorno ai lavori di riqualificazione della Chiesa della Madonna dell’Isola e della sua rupe, chiusa al pubblico dal lontano luglio 2003. Tutto si è svolto intorno all’appuntamento pomeridiano sull’Isola, dove si sono incontrati il sindaco Antonio Euticchio, l’abate Vittorelli con i suoi legali, e Francesco Cecati, sovrintendente regionale ai Beni archeologici e ambientali. Dopo aver preso, formalmente, possesso dell’Isola, il neo abate dom Vittorelli ha cercato di definire i tempi dell’avvio dei lavori che, per due anni, dovrebbero essere gestiti dall’amministrazione comunale, in seguito ad una convenzione siglata lo scorso anno tra l’abate Bernardo D’Onorio, predecessore di Dom Pietro, e il comune di Tropea. La matassa, del resto, è abbastanza complessa, scandita, negli anni, da una serie di annunci di finanziamenti, a sostegno di ipotetici lavori mai iniziati. Ieri, però, si è cercato di fare chiarezza. Così, il sindaco Antonio Euticchio ha informato l’abate Vittorelli dell’attuale finanziamento di 950mila euro che, finalmente, ha trovato sostanza grazie al decreto del 22 gennaio 2008, con il quale il Ministero dello Sviluppo Economico ha dato copertura economica al precedente decreto, del 18 luglio 2003, con il quale l’allora Ministro dell’Economia Tremonti finanziava i lavori di riqualificazione a tutela della rupe e della Chiesa della Madonna dell’Isola. Del finanziamento, 650mila euro saranno impegnati per i lavori di riqualificazione della Chiesa, mentre i restanti 300mila euro per il recupero della rupe.

Condividi l'articolo