Chiesto all’Arpacal ad effettuare nuovi esami

l’economia di Tropea e del suo comprensorio è legata alla balneazione

Urgenti le verifiche sulla qualità delle acque del comprensorio, attivata la terna commissariale di Tropea

Tropea, spiaggia “Le Roccette” – foto Libertino

In seguito alla notizia diffusa per mezzo stampa da alcune testate in merito al divieto di balneazione in località “Marina dell’Isola” e località “Le Roccette” conseguente alle analisi inviate al Comune di Tropea dall’Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente della Calabria (Arpacal), il presidente della Consulta delle Associazioni di Tropea e del Territorio, avv. Ottavio Scrugli, in uno con il Suo Direttivo, su sollecitazione da parte della società civile e delle associazioni di volontariato iscritte alla Consulta, ha chiesto chiarimenti in merito al Commissario Straordinario dr. Salvatore Fortuna, il quale ha assicurato che la terna commissariale si è subito attivata nell’immediatezza della notizia sollecitando l’Arpacal ad effettuare nuovi esami delle acque, da effettuarsi entro e non oltre martedì 23 P.V. L’urgenza di nuove analisi è strettamente connessa all’imminente inizio della stagione turistica a cui l’economia di Tropea e del suo comprensorio è legata.

Condividi l'articolo