Chiusura BIT Milano 2014 all’insegna dei grandi numeri e con una forte presenza calabrese

Cultura e turismo in sinergia raccontati dall’assessore Mario Caligiuri

Bronzi di Riace, territorio e mare queste le armi calabresi sfoderate in Lombardia dal governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti

Dopo una tre giorni intensa di appuntamenti tra gli operatori del turismo si conclude il 15 febbraioCOGAL_BIT_2014 la Bit 2014 – Borsa Internazionale del Turismo – a Milano. La manifestazione meneghina di Rho Fieramilano City riafferma anche quest’anno sia la propria forza trainante di mercato sia la leadership indiscussa per il networking nel mondo del turismo. I numeri di questa 34esima edizione toccano quota 62.170 presenze, molto significative queste rispetto al 2013 se si considera che quest’anno la manifestazione si è articolata su 3 giorni anziché 4 e con una concentrazione del trade nei primi due giorni ed apertura al pubblico nella giornata del sabato appunto di chiusura. Presenti in BIT 2014 espositori da più di 100 Paesi del mondo oltre alla massiccia partecipazione degli operatori italiani, insomma, Bit si conferma manifestazione di riferimento dell’area euromediterranea, dell’Est Europa, Medio Oriente, Africa, Asia e Americhe. Un contributo importante al successo di Bit 2014 è venuto anche dalla stretta connessione con EXPO 2015, le cui sinergie hanno permesso di valorizzare al meglio i segnali di ripresa che provengono dai mercati con oltre 750 incontri specifici tra la società Expo2015 ed operatori internazionali. Sono stati più di 1.000 gli hosted buyer internazionali, che hanno incontrato i seller in oltre 20.400 business match direttamente agli stand (il 5% in più dello scorso anno), secondo il nuovo concept Business to Business che ha riscosso grande consenso tra gli operatori.

Stand CO.G.A.L. Monte Poro Serre Vibonesi che promuove il territorio Vibonese alla BIT 2014
Stand CO.G.A.L. Monte Poro Serre Vibonesi che promuove il territorio Vibonese alla BIT 2014
La regione Calabria è stata protagonista in BIT con una forte presenza promozionale e decisa a far conoscere i punti di forza turistici del suo territorio e le scelte politiche del governo regionale tutte protese a sorreggere l’intero indotto turistico. Il Presidente Giuseppe Scopelliti presenta un’intesa tra Regione Calabria ed Alitalia che prevede una sinergia concreta atta a valorizzare sia le ricchezze storico-culturali del territorio calabrese sia il sistema di trasporto aereo (Le immagini dei Bronzi di Riace sorvoleranno i cieli sulla fusoliera degli aerei Alitalia). Il governatore Scopelliti ed il dirigente generale del Dipartimento Turismo Pasquale Anastasi hanno presentato il XIII Rapporto sul Turismo in Calabria. Erano presenti: il Presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico, Mariza Righetti, coordinatrice area ricerca del sistema informativo turistico della Regione, Roberto Rocca, direttore generale del dipartimento turismo del Mibac ed Andrea Babbi, direttore generale dell’Enit, l’agenzia nazionale del turismo. Al centro della manifestazione anche la discussione e la presentazione del piano di comunicazione di un nuovo spot con protagonisti i Bronzi di Riace per la promozione turistica della Regione raccontate attraverso la voce di Giancarlo Giannini, presente in conferenza stampa. A commentare le prossime iniziative mediatiche legate al turismo in Calabria sono stati Ettore Mocchetti, direttore di Condé Nast Traveller e Roberto Pisoni, direttore di Sky Arte. Insomma i Bronzi di Riace come simbolo e motore di promozione del territorio che con le immagini del fotografo Mimmo Jodice “viaggeranno” in tutto il mondo e saranno protagonisti di uno speciale di Sky Arte che, sul mistero delle due statue del V Secolo, realizzerà un documentario narrato dall’archeologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi dovrà ripercorrere la storia dei Bronzi dal loro ritrovamento ad oggi. Non sono mancate le iniziative e le promozioni in sinergia che impegnano gli assessorati al Turismo e quello della Cultura a collaborare (insieme). Il professore Mario Caligiuri, assessore alla cultura, ha dichiarato: “per la prima volta la Calabria presenta un’offerta culturale collegata con il turismo” ed è in una breve intervista che ci ha delineato i punti strategici turistico-culturali che dovranno essere potenziati e messi a frutto in un immediato futuro per il bene dell’economia e del turismo calabrese. Questi i punti salienti sintetizzati sviscerati dall’assessore Caligiuri: la valorizzazione delle potenzialità dei bronzi di Riace, rafforzate dall’accordo con l’Alitalia illustrato ieri dal Presidente Scopelliti, le mostre su Mattia Preti che vedranno l’arrivo di una tela di Caravaggio e l’itinerario del “Nudo sull’arte” e l’apertura del Museo delle Reali Ferriere borboniche di Mongiana con tutto l’itinerario produttivo del ferro. Grande aspettativa dai grandi attrattori delle politiche culturali che sono rappresentati dal Museo nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria, dalla rete dei musei regionali (da quelli civici di Altomonte a Taverna, da quello della liquirizia “Amarelli” a Rossano alla “Nave della Sila” di Camigliati, da quello della Certosa di Serra San Bruno a quello diocesano di Santa Severina, dal “Santa Barbara” di Mammola a quello della memoria a Ferramonti di Tarsia, e tanti altri) e dalle manifestazioni culturali. Alla manifestazione meneghina non è mancata la presenza con un proprio stand la CO.G.A.L. nata con l’obbiettivo di animare, assistere e sostenere lo sviluppo dell’area conosciuta come Monte Poro – Serre Vibonesi e Tropea nella provincia di Vibo Valentia.

Condividi l'articolo