Ci vuole anche umorismo

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

046a-umorismoCi vuole anche umorismo

Ai nostri giorni, ogni giornale che va per la maggiore e molti siti web hanno un loro autore umoristico che con una vignetta e poche battute presenta temi di attualità, a volte scottanti. La comunicazione è assicurata; ma la reazione non è sempre la stessa. Davanti alla stessa vignetta si verificheranno reazioni contrastanti e magari anche grida di ***fobia (gli asterichi indicano la varietà di situazioni). Ora se la vignetta o la battuta non è palesamente offensiva del sentimento altrui (fede, situazioni di vita…) va accolta con quel senso dell’umorismo che ci mette al riparo da ogni specie di intergralismo. Oggi c’è urgenza dell’umorismo, una nuova prospettiva per i cristiani.

Scrive Edmond Prochain, giornalista e autore cattolico francese: “Certi complimenti fanno più male dei rimproveri. Così, quando qualcuno mi si avvicina dicendo: «Grazie per i suoi libri, lei mostra che i cattolici possono essere normali e avere senso dell’umorismo», io sorrido educatamente ma dentro ribollo.
♦ Perché si mette in dubbio che i cattolici abbiano senso dell’umorismo? Invece, la sola vera domanda possibile è: si può essere veramente cristiani senza averlo?
Purtroppo il rischio è che molti nostri contemporanei e — cosa ancor più grave — molti credenti abbiano finito col pensarla così.
♦ Certamente, a ciò si può obiettare con molti contro-esempi, ma è difficile negare che i cristiani sono oggi di un serio che sfiora la costipazione. Non solo non osiamo più ridere veramente di noi stessi, ma (ed è una conseguenza) accettiamo sempre meno che altri lo facciano al posto nostro.
Così la minima presa in giro scatena reazioni oltraggiate, se non addirittura grida di blasfemia o di cristianofobia.
(fonte: cf Osservatore Romano, 8 febbraio 2016)
046b-umorismo
Altra cosa quando nella vignetta o nella battuta si esprime offesa o disprezzo per gli altri: la loro fede, le situazioni di vita…
I santi hanno sempre nutrito un senso dell’umorismo e dell’auto-ironia.

* Le vignette riportate in questo articolo sono prese dalla raccolta di GioBa (don Giovanni Berti, sacerdote di Busselengo-VR) – http://www.gioba.it/

Condividi l'articolo