Città di Tropea-Una regione per leggere

Di grande prestigio le personalità che daranno vita all’evento

Il sindaco Adofo Repice al Salone internazionale del Libro di Torino

I tre libri finalisti al Premio letterario nazionale “Città di Tropea-Una regione per leggere” - foto Libertino

Sabato 15 maggio, alle ore 17:00, il sindaco Adolfo Repice parteciperà alla presentazione del Premio letterario nazionale “Città di Tropea-Una regione per leggere” al Salone internazionale del Libro che ogni anno si tiene nella città di Torino di cui lo stesso Repice è apprezzato segretario generale.
Di grande prestigio le personalità che daranno vita all’evento: il presidente dello stesso Salone del Libro, Rolando Picchioni; l’assessore alla Cultura della Regione Calabria, Mario Caligiuri; l’assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Michele Coppola; l’assessore alla Cultura del Comune di Torino, Fiorenzo Alfieri. Il Premio letterario “Città di Tropea-Una regione per leggere”, alla sua quarta edizione, si svolgerà nella nota cittadina turistica calabrese nei prossimi 16, 17 e 18 luglio. Il Sindaco si è detto entusiasta della lodevole iniziativa organizzata dall’Accademia degli Affaticati presieduta da Pasqualino Pandullo.
Nel contempo, però, non nasconde la sua amarezza sia per la mancanza di una idonea struttura, di una sala convegni comunale idonea ad ospitare questo importante evento culturale, sia per lo stato di incuria in cui versa il patrimonio librario e archivistico comunale.
Su quest’ultimo aspetto in particolare dichiara: «Ci adopereremo con tenacia ed ostinazione per il recupero e la valorizzazione di ciò che costituisce l’identità e la memoria della nostra comunità che è stata, nel suo remoto e glorioso passato, un presidio di sapere e di cultura, un vero e proprio crocevia del Mediterraneo. Il Sindaco pertanto assicura che «da parte dell’Amministrazione ci sarà il massimo impegno per riattivare al più presto la Biblioteca Comunale con il rinnovo del Comitato di Gestione.
Lavoreremo per il momento il pieno recupero del patrimonio librario e archivistico esistente, e avvieremo al più presto le necessarie procedure per dare alla città di Tropea una struttura bibliotecaria più adeguata e funzionale di quella in uso, che possa anche ospitare dignitosamente, in idonee sale convegni, le tante iniziative di carattere culturale che questa amministrazione intende promuovere e sostenere».

Condividi l'articolo