Conclusa la raccolta fondi pro ospedale Tropea

Fondi per adire alla via legale facendo ricorso al TAR e bloccare il decreto Scura

Raccolte € 1.943,50 il comitato ringrazia la cittadinanza

Piserà Antonio, componente del comitato promotore
Piserà Antonio, componente del comitato promotore

L’impegno del comitato civico pro ospedale di Tropea prosegue a tamburo battente, la battaglia in difesa dell’Ospedale di Tropea, che dopo l’emanazione del DCA 30 del Commissario Straordinaria Ing. Massimo Scura, prevede la chiusura dell’Ospedale di Tropea, in quanto i posti letto letto previsti dal Decreto per la riorganizzazione della rete ospedaliera prevede 35 posti letto.
Il comitato ha promosso la raccolta di firme, la consegna delle tessere, ha provveduto a redigere una proposta concreta presentandola al Direttore Generale Dr. Caligiuri, la stessa è stata inviata al Presidente della Regione Calabria e al Presidente del Consiglio Regionale.
L’8 aprile è stato organizzato un partecipatissimo corteo, ma nulla di queste iniziative ha dato il risultato sperato.
Per tanto il comitato alla conclusione del corteo ha dato vita alla raccolta di fondi per adire alla via legale facendo ricorso al TAR e bloccare il decreto Scura.
La raccolta si è conclusa nella giornata di oggi ed è durata 10 gg. La raccolta fondi è stata ampiamente condivisa dalla cittadinanza non solo tropeana ma anche da quella dei paesi limitrofi, la spontaneità è stata sorprendente da parte dei cittadini, questa sta a significare che abbiamo tracciato la strada giusta per la difesa dell Ospedale di Tropea presidio fondamentale per la Tutela del Diritto alla Salute garantità dall’Art. 32 della Costituzione.
Il totale raccolto è stato di € 1.943,50 un grazie sentito va a tutti i cittadini che hanno voluto contribuire.

Lo straming della verifica del denaro raccolto

Prima parte

Seconda parte

Terza parte

Quarta parte

Quinta parte

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino

Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria nell’elenco pubblicisti.