Conquistati dalle note di Marchese

Dopo le emozioni regalate giorni fa da Kameliya Naydenova a Spilinga, per la serata inaugurale dell’undicesima stagione concertistica di “Armonie della Magna Graecia”, la speciale manifestazione musicale torna a Tropea, con il talentuoso chitarrista Edoardo Marchese. Teatro a questa seconda tappa, che si è svolta martedì a partire dalle 22, è stato l’atrio della curia vescovile, un luogo carico di storia e riportato all’antico splendore dal sacerdote della Cattedrale di Tropea Ignazio Toraldo Di Francia.
Il maestro Marchese ha alle spalle una formazione ricca di eventi degni di nota: si è diplomato in chitarra con il massimo dei voti e, per merito, addirittura in anticipo, successivamente è stato il più giovane chitarrista italiano ad abilitarsi al Concorso per l’insegnamento di chitarra nei Conservatori di Musica di Stato ed infine si è laureato in Scienze dell’Educazione presso l’Università degli Studi di Messina con la testi “Istruzioni e Metodi per chitarra dei Secoli XVII-XIX” conseguendo ovviamente la lode. Da quel momento sono iniziate per lui le gratificazioni a livello professionale, prima grazie al contatto con importanti maestri con cui si è potuto perfezionare, da A.Diaz e O.Ghiglia fino al maestro H. Smith, poi ottenendo importanti premi e riconoscimenti di rilievo internazionale. Anche per merito di questa brillante carriera è stato scelto per svolgere seminari di organologia e notazione presso l’Università della Calabria.

Durante la serata di martedì, alla quale sono accorsi molti appassionati, Marchese ha proposto un programma variegato e ricco, offrendo anche delle personali interpretazioni di brani tra i più noti: è partito con Ludovico Roncalli, Domenico Scarlatti e Johann Sebastian Bach, per passare poi a Santiago De Murcia, Francisco Tarrega ed Heitor Villa-Lobos, per finire con Nicolò Paganini ed Isaac Albeniz. Tutti i pezzi sono stati preceduti da una introduzione del maestro, che ha raccolto molti applausi da un pubblico attento e composto. Chi non ha potuto assistere all’esibizione di Marchese potrà comunque ascoltarlo ad agosto a Nicotera, dato che nel folto programma di “Armonie della Magna Graecia” prevede un secondo appuntamento in sua compagnia.
Non va ovviamente dimenticato che occasioni del genere sono possibili grazie al lavoro dell’associazione culturale “Amici del Conservatorio”, presieduta dal maestro Emilio Aversano, ed anche alla partecipazione di enti amici, come la Pro loco di Tropea e di amministrazioni comunali attente alla cultura, quali sono quelle di Vibo Valentia, Filadelfia, Nicotera, Ricadi, Spilinga e Tropea.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta

Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.