Continuano le iniziative “Spiagge Pulite” di Legambiente

Da comunicato stampa

“Spiagge Pulite 2014 Joppolo”, edizione organizzata di concerto con alcune associazioni e cittadini del luogo

LegambienteRicadi2014
La storica campagna ambientalista di pulizia e tutela delle spiagge, avviata nel mese di maggio e che quest’anno si sta protraendo toccando vari centri della costa vibonese.
Nei giorni scorsi è stata la volta di Joppolo, dove oramai è diventato un appuntamento fisso. Da alcuni ani, infatti, ambientalisti, cittadini, volontari e associazioni si danno appuntamento sul lungomare per ripulirlo dai rifiuti trasportati dalle mareggiate e da quelli abbandonati dai bagnanti.
L’edizione 2014 a Joppolo, organizzata di concerto con alcune associazioni e cittadini del luogo,
ha registrato la presenza di numerosi volontari i quali, animati da passione civile e attaccamento al territorio, hanno ripulito una vasta area del lungomare. Un esempio di cittadinanza attiva che ha visto protagonisti i giovani della neonata associazione “Scoglio dei Saraceni”, le donne del “Comitato in Rosa”, l’associazione “Il Gabbiano”, l’ A.N.U.U. (associazione nazionale migratoristi) cittadini di Joppolo, un gruppo proveniente da Nicotera e alcuni turisti che assieme ai volontari dei circoli locali di Legambiente hanno dedicato il loro tempo per contribuire con la loro attività alla tutela delle spiagge e dell’ambiente.
L’attività è iniziata di buon mattino con i numerosi volontari che, armati di guanti e sacchetti, si sono cimentati nella raccolta dei rifiuti, uniti dallo stesso intento: ripulire l’arenile dai rifiuti e tutelare luoghi di straordinaria bellezza. Un’azione dimostrativa di educazione ambientale ma anche un’azione concreta che ha prodotto la pulizia di una parte del lungomare.
L’iniziativa, proseguita per l’intera mattinata, ha prodotto la raccolta di diversi quintali di materiale. Bottiglie, buste e bidoni di plastica; polistirolo; attrezzi per la pesca; vetro; parti d’imbarcazioni e soprattutto tantissime canne, depositate sull’arenile dalla mareggiate, i quali sono stati raccolti da un automezzo dalla azienda rsu, messo a disposizione dal Comune di Joppolo. Grazie alla disponibilità del mezzo di raccolta e del personale che ha seguito tutte le operazioni di pulizia è stato possibile conferire direttamente i rifiuti raccolti evitando il loro stazionamento sul lungomare. Soddisfazione per l’esito della manifestazione è stato espressa da Franco Saragò, della segreteria Regionale di Legambiente e da Osvaldo Giofrè del circolo di Ricadi i quali hanno espresso apprezzamento per la partecipazione convinta dei tanti cittadini e verso le associazioni che hanno fortemente voluto questa iniziativa. La numerosa presenza dei volontari conferma la disponibilità ad attività di cittadinanza attiva che riteniamo indispensabile per l’avvio a soluzione dei problemi.
Certamente l’opera dei volontari non può essere risolutiva ne sostitutiva delle attività proprie degli enti pubblici. La campagna “Spiagge Pulite” è un’azione concreta di pulizia ma soprattutto un’azione di sensibilizzazione e di educazione ambientale. Una straordinaria occasione anche per mettere in luce le criticità e per ricercare soluzioni condivise.
Spiagge e fondali puliti è un’iniziativa che si svolge in contemporanea in tutti i paesi che si affacciano sul Mediterraneo in 1.500 località diverse e che all’estero prende il nome di Clean Up the Med. I 22 paesi coinvolti che si affacciano sul Mediterraneo ospitano il 20% di tutte le specie marine esistenti spesso mese a rischio dall’irresponsabilità umana

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino
Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.