“Comitato Civico pro Ospedale di Tropea”

Riceviamo e pubblichiamo

La voce dei cittadini, per reclamarne dignità e diritti

La manifestazione di protesta. Tropea 8 aprile 2016
La manifestazione di protesta. Tropea 8 aprile 2016

Il giorno 20 aprile è stato depositato, presso l’Agenzia delle Entrate di Vibo Valentia, l’atto costitutivo del Comitato Civico pro Ospedale di Tropea; questa realtà nasce dalla fusione di due realtà preesistenti: il comitato “no allo smantellamento dell’ospedale di Tropea”, operante da diversi anni sul territorio, ed il comitato “Ridateci la Dignità” di più recente costituzione, entrambe le realtà associative si occupavano prevalentemente della difesa del diritto alla salute e, nella fattispecie, del presidio ospedaliero di riferimento della costa vibonese.
L’unione dei due comitati si è resa necessaria all’indomani delle numerose iniziative organizzate negli ultimi mesi, al fine di impugnare il decreto Scura che, di fatto, sancisce la fine dell’operatività dell’ospedale di Tropea; in questo senso, sospinti dalla generosità popolare, abbiamo potuto dare incarico ad un legale, l’avv. Domenico Colaci di Vibo Valentia, per predisporre ed incardinare – primi fra tutti – un ricorso al TAR che evidenziasse le illegittimità contenute nel decreto citato. Oltre al sostegno economico, il comitato, è stato testimone di un forte risveglio della sensibilità sociale di gran parte della popolazione, manifestato anche in occasione della raccolta firme della petizione popolare.
Ritenevamo e riteniamo che privare il maggiore comprensorio turistico (assai redditizio nella raccolta tributaria) della regione di un valido punto di riferimento per la tutela della salute sia una follia sia sotto il più elementare aspetto della lesione di quei diritti che sono ricompresi anche nella nostra carta Costituzionale, sia sotto l’aspetto di perdita di appeal turistico che verrebbe ad avere una zona di villeggiatura priva dei più elementari servizi.
Il comitato sarà aperto a tutti coloro i quali condividono le finalità associative, ossia la tutela della salute e dei livelli essenziali di assistenza sanitari nella zona ricompera nell’ex distretto sanitario di Tropea. Abbiamo intenzione, inoltre, di operare per la sensibilizzazione su questi temi e ci riserviamo di continuare a portare la voce dei cittadini delle nostre zone, per reclamarne i diritti, in tutte le sedi istituzionali, in tal senso è nostra intenzione chiedere a breve un incontro a S.E. il Prefetto di Vibo Valentia per informarlo dello stato di disagio in cui versa la nostra zona e per consegnargli le migliaia di firme raccolte contro il decreto Scura ed i suoi pericolosissimi effetti.

Il video della protesta

Comitato Civico pro Ospedale di Tropea

Condividi l'articolo