Da assessore a vicesindaco

Cortese sarà il nuovo vicesindaco di Tropea. La notizia, dopo le indiscrezioni degli ultmi giorni, è ormai ufficiale. Già qualche tempo addietro infatti – praticamente subito dopo le dimissioni dalla carica di secondo cittadino presentate il 29 gennaio dall’avvocato Giovanni Macrì – circolavano voci sui nomi di chi avrebbe dovuto rivestire quest’importante carica.
Calabria Ora se ne era occupata in tempi non sospetti, lasciando intendere che tra i vari candidati – tra cui c’erano anche Antonio Valeri e Michele Accorinti – la scelta sarebbe ricaduta con tutta probabilità sul già assessore alle Politiche sociali dottor Sandro Cortese.
Così è stato, visto che ieri il Sindaco della cittadina tirrenica Antonio Euticchio notificava a Cortese la nomina con decorrenza immediata. La comunicazione in Consiglio comunale avverrà invece nella prima seduta utile, mentre il dottor Euticchio ha trattenuto per sé tutte le competenze alla trattazione degli affari a suo tempo assegnate all’assessore Macrì.
«Per me non è cambiato nulla – afferma Cortese, che ricopre l’incarico di dirigente amministrativo responsabile della struttura ospedaliera di Tropea – in campo politico ero e rimarrò un ‘tecnico’». Con queste prime affermazioni esordisce il neo vicesindaco, mascherando a stento l’emozione per la grande dose di fiducia appena ricevuta, fiducia che ha quasi il sapore di un riconoscimento per il lavoro sin qui svolto. Sui rapporti con gli altri consiglieri in lizza per la carica di vicesindaco Cortese esprime la sua felicità per «la soddisfazione e il compiacimento con il quale è stata accolta la nomina da Valeri ed Accorinti. Non mi sento di affermare poi che tra me e il vicesindaco – prosegue Cortese riferendosi al dimissionario Macrì – ci sia una sorta di confronto». Proprio rivolgendosi al massimo esponente dei centristi tropeani, Cortese rinnova il suo augurio affinché «il consigliere Macrì possa rivedere la decisione presa riguardo alle dimissioni» al fine di «rinnovare il suo impegno e tornare a ricoprire quel ruolo e quelle responsabilità». Alla domanda inerente al prosieguo della sua azione politica il messaggio di Cortese pare chiaro: «Per quanto mi riguarda, ho l’obiettivo di continuare nel mio lavoro quotidiano al servizio della comunità con lo stesso impegno di sempre». Nel congedarsi, quasi per fugare ogni dubbio, Cortese conclude con la promessa di rimanere comunque assessore alle Politiche sociali, «perché non posso – dice – e non ho intenzione di interrompere il lavoro iniziato».
Le poltrone di Palazzo Sant’Anna sono state ora rimesse in ordine e non è poco, considerando il carico di lavoro e le straordinarie incombenze che l’imminente stagione estiva comporterà per l’amministrazione di una cittadina ad alta vocazione turistica qual è Tropea.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.