Dea bendata: il fortunato a Ricadi

«Un grazie immenso alla tabaccheria Tripodi ed in particolare alla signora Patrizia per il biglietto fortunato che mi ha venduto». Con queste poche righe, scritte su di un foglio che accompagnava la fotocopia del biglietto vincente, il felice cliente della tabaccheria del ricadese, che si porterà a casa un milione di euro, ha voluto esprimere la propria gioia e gratitudine a chi ha posto tra le sue mani un piccolo pezzo di cartoncino capace di stravolgere per sempre la sua vita. Non si riesce a sapere nulla sull’anonimo titolare del gratta e vinci foriero di una così ingente somma di danaro. Sappiamo che qualcuno, investendo soli dieci euro, ha vinto tutto il montepremi del “Mega Milionario”. L’unico indizio che ci potrebbe far pensare ad un abitante del luogo, sta nel fatto che questi ha dimostrato di conoscere bene la signora Patrizia, così bene da aver voluto ringraziarla scrivendo di suo pugno uno dei due fogli che il marito Antonio Tripodi, titolare dell’esercizio, ha trovati ieri mattina alle 7.30 sotto la sua saracinesca.
Pensare che non più di un paio di settimane fa, quando un’altra persona aveva incassato ben diecimila euro con gli stessi gratta e vinci, qualche habitué delle lotterie da banco avrà cambiato zona, magari pensando che per un po’ non sarebbero più piovuti premi da quelle parti. Invece a Santa Domenica di Ricadi, delizioso borgo a due passi dalla ridente Tropea, la fortuna ci vede benissimo, e pare aver scelto come meta preferita delle sue apparizioni un frequentato angolino di fronte alla piazzetta centrale, sede di una tra le tabaccherie più vecchie della zona. Quando infatti chiediamo ad Antonio ed a sua sorella Francesca da quanto tempo gestiscono questo locale, arriva l’unanime risposta: «da sempre!». Sì, perché prima ancora che i due nascessero si occupava della tabaccheria il loro papà Giuseppe, che presentandoci con tanto affetto la sua sorridente signora ci dice: «ecco la donna con cui ho portato avanti questa attività per più di cinquanta anni». Di certo la tabaccheria Tripodi, dove ogni giorno i lettori di CalabriaOra si recano a prendere il loro quotidiano preferito, non aveva bisogno di una simile pubblicità, ma già da ieri, non appena si è sparsa la voce di una così importante vincita, i biglietti del “Mega Milionario” sono praticamente andati a ruba. Difficile che si ripeta quella magica accoppiata di numeri 20 presenti sul fortunato biglietto che da ieri fa parlar di sé, «ma i premi da vincere sono ancora molti» – ricorda Antonio Tripodi, che salutandoci non dimentica di fare «tanti auguri a chi ha vinto, sperando che se li goda».

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.