Deputato M5S D. Nesci incontra il sindaco di Tropea

Dichiarata la disponibilità di parlamentare in favore della città

I temi discussi: depurazione, recupero costiero e investimenti

Dalila Nesci, nel'ufficio sindaco Giuseppe Rodolico
Dalila Nesci, nel’ufficio sindaco Giuseppe Rodolico

Stamani, 2 settembre, nel suo ufficio ho incontrato il sindaco di Tropea, Giuseppe Rodolico. Come già fatto col predecessore, Gaetano Vallone, ho dichiarato la mia disponibilità di parlamentare in favore della città, al di là delle appartenenze politiche. Credo che questo atteggiamento sia utile e costruttivo, benché un deputato non abbia competenze sull’amministrazione del territorio e dunque non possa entrare nella concreta gestione.
Ho voluto discutere col sindaco Rodolico di varie questioni, a partire dall’inquinamento del mare, tema sempre attuale, purtroppo. In proposito, ho presentato da molto tempo un’interrogazione parlamentare a tutela della salubrità delle acque, della vocazione turistica dell’intera costa vibonese e della salute dei cittadini. Il governo non ha ancora risposto.
In materia, il sindaco di Tropea mi ha riferito dei progetti in cantiere, del sottodimensionamento delle condutture e della necessità di compiere gli interventi in programma. Vanno inoltre recuperati 500 mila euro dal Comune di Ricadi, per i servizi forniti dal Comune di Tropea nello specifico della depurazione.
Per quanto concerne il ripascimento costiero, vi è una causa del municipio contro l’appaltatore, sul presupposto che i lavori non sarebbero stati eseguiti per come previsto.
In merito a Palazzo Giffoni, per il cui ricupero presentai alla Camera un’interrogazione molto dettagliata, il sindaco mi ha parlato dell’intenzione di riacquistare l’immobile; il che comporta un problema di reperimento delle risorse. Posso verificare eventuali disponibilità di fondi Ue, magari pure con il contributo del parlamentare europeo Laura Ferrara, del Movimento 5 stelle.
Il colloquio istituzionale col sindaco è stato cordiale e aperto. Non ho dato notizie sulle voci dell’imminente invio, in municipio, di una commissione d’accesso agli atti. Non ho contezza, a riguardo, trattandosi in astratto di una questione molto riservata e di competenza del Ministero dell’Interno. Non so se vi siano state iniziative in proposito, aspetto che preciso anche qui, per iscritto.
Ciò che più mi preme sottolineare è che, per quanto possibile, da figlia di questo territorio ho intenzione di spendermi per le necessità di Tropea e del circondario, incominciando dall’incontro e dall’ascolto.
Nelle prossime settimane risentirò il sindaco e organizzerò momenti di confronto pubblico. Ci attendono tempi difficili, coi tagli che continuano, le tasse che aumentano, la sfiducia crescente e, tante volte, la diffusa irresponsabilità negli ambiti istituzionali.
Io voglio fare sino in fondo la mia parte, adoperandomi per la mia gente e, soprattutto, per il futuro delle nuove generazioni.

Deputato, M5S

Condividi l'articolo