Destinata a crescere la zona (Ztl)

Ampliamento è limitato alle ore antimeridiane e notturne.

Le aree in questione saranno interdette al traffico veicolare attraverso un’apposita segnaletica di preavviso.

Le strade attuamente incluse nella Ztl - foto Libertino
Le strade attuamente incluse nella Ztl - foto Libertino

La Zona a traffico limitato (Ztl) con sistema elettronico degli accessi è destinata a crescere. È quanto ha ritenuto necessario l’amministrazione di Tropea, che nella seduta di Giunta comunale di giovedì scorso ha stabilito di ampliare e istituire la Ztl anche ad una parte di via Libertà, fino all’incrocio con via Piave, e alla parte terminale di via Carmine, cioè dall’incrocio con via del Soccorso fino all’incrocio di largo San Michele.
Quest’ultimo ampliamento è limitato alle ore antimeridiane e notturne, quindi dalle 18 alle 6 del mattino, e solo nel periodo estivo, compreso dal 1 maggio fino al 30 settembre.
I controlli non saranno più effettuati soltanto mediante l’appostamento degli ausiliari del traffico, ma verranno automatizzati e garantiti da un sistema di rilevamento degli accessi. Multe incontestabili, dunque, per chi dovesse transitare lungo le vie e negli orari previsti dalla Ztl.
Al di là delle nuove strade incluse nella Ztl, per le aree già ricadenti nel sistema rimangono valide le norme stabilite in precedenza, che vedono il divieto assoluto di circolazione a tutti i veicoli non autorizzati da maggio a fine settembre e dalle 7 alle 15.30 nel restante periodo da ottobre a fine aprile.
Saranno dunque autorizzati a transitare soltanto i residenti, i mezzi di soccorso e i medici in visita domiciliare, i disabili e i fornitori dei commercianti del centro (limitatamente alle operazioni di carico e scarico e solo dalle 7 alle 1030 e dalle 13.30 alle 16.60), ma tutti dovranno ottenere un regolare permesso affinché le targhe dei propri mezzi siano inserite nel sistema elettronico. Anche gli aventi diritto, infatti, se privi di autorizzazione saranno sanzionati. Ogni cittadino interessato ad ottenere un permesso dovrà quindi recarsi presso il Comando di polizia municipale per presentare istanza. L’esperienza suggerisce che questa procedura venga fatta per tempo, per evitare al già sottodimensionato corpo di polizia di vedersi oberato di richieste e impossibilitato a rilasciare permessi in tempi brevi.
Le aree in questione saranno interdette al traffico veicolare attraverso un’apposita segnaletica di preavviso installata prima dei varchi di ingresso alla Ztl. A curare la gestione del sistema automatico degli accessi, compreso l’aspetto sanzionatorio, sarà il Comando di Polizia Municipale.
La Ztl è stata istituita a Tropea nel 2006, ma solo nel 2008 sono state individuate le aree sono stati stabiliti i criteri relativi alla limitazione del traffico. Presso ogni varco sono state installate unità di ripresa logica, cioè telecamere digitali dotate di un illuminatore e di un sistema di lettura Ocr, con il quale vengono riconosciute e inviate in tempo reale le targhe al sistema.
Tale iniziativa è stata presa per controllare e limitare l’intenso traffico che interessa la città, soprattutto nel periodo estivo, e che crea inquinamento acustico e atmosferico, con notevoli disagi alla cittadinanza ma anche con una sostanziale caduta d’immagine per gli occhi del turista in visita al centro storico.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.