Giornata mondiale del diabete

“Diventiamo più forti del diabete”, è questo lo slogan scelto per celebrare la principale campagna mondiale per la prevenzione e diffusione delle informazioni sul diabete, che nel nostro territorio si svolgerà nella mattinata di domenica prossima (15/11) a Tropea, in piazza Ercole, in sintonia con altre 400 piazze italiane. La giornata del diabete è stata istituita nel 1991dall’International Diabetes Federation (IDF) e dalla World Hcalth Organization (WHO), nel 2006 poi l’Onu, riconoscendo che tale patologia rappresenta una minaccia per tutto il mondo, ha siglato una Risoluzione stabilendo che tutti i paesi aderenti celebrino tale giornata il 14 e il 15 novembre di ogni anno. In Italia la manifestazione è organizzata dal 2002 dal Consorzio Diabete Italia, grazie al supporto volontario di medici e infermieri diabetologi, dietisti, associazioni di pazienti e altri operatori sanitari .Ricordando che il diabete è “la principale causa in Italia di dialisi, infarto, ictus, cecità e disturbi della vista, amputazioni non traumatiche degli arti inferiori”, l’endocrinologo-diabetologo, dott. Giuseppe Crispino, organizzatore dell’evento a Tropea , sottolinea che scopo della manifestazione è quello di “sensibilizzare ed informare l’opinione pubblica su una patologia seria, diffusa, in esponenziale crescita, potenzialmente molto pericolosa ma che può e deve essere prevenuta e curata modificando il proprio stile di vita mediante una dieta equilibrata, una regolare attività sportiva, e/o con l’ausilio di semplici interventi farmacologici”. Il dott. Crispino fornisce i dati relativi al diabete mellito , una delle patologie croniche più diffuse, che nel Vibonese riguarda circa 10.000 cittadini sui 100.000 di tutta la Calabria mentre sono ben 300 milioni nel mondo le persone che soffrono di tale patologia. L’endocrinologo fa sapere che la campagna informativa che avrà luogo domenica prevede la misurazione gratuita della glicemia, della pressione arteriosa e una rapida valutazione del rischio cardiovascolare per tutti coloro che si sottoporranno a tali analisi. Nello stesso tempo si forniranno notizie sui molteplici aspetti della malattia e sarà distribuito materiale educativo ed informativo. L’evento, tiene a sottolineare il dott. Crispino, si potrà organizzare grazie al comune di Tropea, alle associazioni regionali e nazionali di “Diabete Italia”, all’ASP, alla C.R.I. provinciale e in particolare al gruppo di Tropea, e ai numerosi operatori sanitari volontari.
Caterina Pandullo Può servire per il giornale

Condividi l'articolo