È un bene o un male?

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

È un bene o un male?

La saggezza degli antichi invitava a non avere fretta di giudicare come bene o come male un avvenimento della nostra giornata, anche dei fatti quotidiani, perché dentro di essi ci può essere il contrario di quello che giudichiamo noi. Così “un evento-male” può nascondere il seme del bene e un evento-bene può nascondere il tarlo del male. E allora? Bisogna vivere gli eventi della vita con fiducia, guardando oltre. Ecco qui una piccola storia significativa.

♦ Si racconta che il bel cavallo di un saggio un giorno sfondò la porta della stalla e fuggì via.
Ai vicini di casa, che andarono da lui per compatirlo, egli rispose con un dolce sorriso: “Magari è un bene”.
♦ Infatti sei mesi dopo il cavallo fece ritorno insieme a dieci cavalli selvaggi che lo avevano eletto a capo branco.
Quando i vicini casa accorsero a congratularsi con lui, il saggio rispose: “Magari è un male”.
Infatti il figlio del saggio cercò di domare uno di quei cavalli. Ma il cavallo indomito lo scaraventò per terra. Il giovane si ruppe una gamba e rimase zoppo per tutta la vita.
Il saggio disse ai vicini venuti a consolarlo: “Magari è un bene”.
Infatti scoppiò la guerra e tutti i ragazzi del villaggio furono costretti ad arruolarsi nell’esercito, tutti tranne il figlio del saggio, perché era zoppo…
(e la storia potrebbe continuare).

L’ansia per la vita (Vangelo di Matteo 6,25-27)
Non siate in ansia per la vostra vita, di che cosa mangerete o di che cosa berrete; né per il vostro corpo, di che vi vestirete.
Non è la vita più del nutrimento, e il corpo più del vestito?
Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, non mietono, non raccolgono in granai, e il Padre vostro celeste li nutre.
Non valete voi molto più di loro?
E chi di voi può con la sua preoccupazione aggiungere un’ora sola alla durata della sua vita?

Dentro gli eventi della vita quotidiana ci può essere il contrario di quello che giudichiamo noi. Così “un evento-male” può nascondere il seme del bene e un evento-bene può nascondere il tarlo del male. E allora? Bisogna vivere gli eventi della vita con fiducia, guardando oltre.
Condividi l'articolo