24 giugno 2017 - Sito indipendente dal 1994


Letto
588 volte


Passione Tropea dopo le elezioni 2010

“Vallone-Repice una partita tutta da giocare”

Il comunicato stampa dell’Amministrazione

La stretta di mano tra Adolfo Repice e Gaetano Vallone - foto Libertino

La stretta di mano tra Adolfo Repice e Gaetano Vallone durante il faccia a faccia tenutosi nei locali della biblioteca comunale – foto Libertino

Riportiamo integralmente un comuinicato stampa  a cura dell’Amministrazione comunale di Tropea inerente le operazioni di verifica delle schede elettorali in corso presso la Prefettura a seguito del ricorso presentato dai membri di “Uniti per la Rinascita” e dal consigliere provinciale Giovanni Macrì all’indomani delle elezioni comunali, che hanno visto assegnare la vittoria alla lista “Passione Tropea”.


L’Amministrazione Comunale di Tropea ritiene doveroso smentire le notizie false e tendenziose pubblicate in merito alla verifica delle schede elettorali in corso presso la Prefettura di Vibo Valentia.
Seppur il fermo intendimento dell’Amministrazione era quello di mantenere il riserbo sulle fasi endoprocedimentali, onde evitare sterili polemiche, e soprattutto per il doveroso rispetto delle competenze della Prefettura e della Giustizia Amministrativa, purtroppo, notizie di stampa evidentemente pubblicate senza alcuna verifica circa l’attendibilità delle fonti e dei contenuti, inducono l’Amministrazione a puntualizzare che, com’è noto, o come noto dovrebbe essere, la Prefettura non è deputata ad assegnare voti.
Più specificatamente, in merito all’articolo apparso sulla Gazzetta del Sud, venerdì 10 settembre c.m, titolato “Vallone- Repice una partita tutta da giocare”, non si comprende come sia possibile affermare che “si scopre che alcuni voti da considerare nulli sono stati, invece, attribuiti, dai Presidenti di sezione, a favore dell’attuale compagine governativa che ha vinto per tre preferenze”.
Trattasi di affermazione grave, poiché inveritiera. Sarebbe doveroso, per un giornalista, prima di avventurarsi in simili dichiarazioni, che riprendono pedissequamente le “chiacchiere da bar” diffuse strumentalmente da alcuni candidati e supporters della lista “Uniti per la Rinascita”, verificare scrupolosamente la veridicità della notizia.
Non dissimili considerazioni devono svolgersi con riferimento all’articolo pubblicato sul Quotidiano della Calabria il 9 settembre c.m. titolato “Tropea. I primi risultati favorevoli a Vallone. Elezioni comunali, partita la verifica delle schede disposta dal Tar Calabria”, laddove si ha l’ardire di affermare che”si possono cogliere alcune importanti novità da ascrivere decisamente a favore di Uniti per la Rinascita”, poiché “pare che a conclusione dell’accertamento…siano state riscontrate tre schede annullate che secondo i ricorrenti andavano attribuite ad Uniti per la Rinascita”.
Tale “approssimazione giornalistica” si presta ad alimentare un clima di tensione e instabilità tra i cittadini.
Ovviamente l’Amministrazione comunale, per nulla intimidita da tali strumentali propalazioni, continua nel proprio lavoro teso esclusivamente alla risoluzione dei reali problemi del paese, con assoluta fiducia nell’operato della Giustizia Amministrativa e della Prefettura.



11 settembre 2010


Ti potrebbe interessare anche:

Commenti chiusi.