Tropea: quatto arresti per estorsioni ad imprenditori

Finiti in carcere esponenti della cosca Mancuso

Arrestati dai Carabinieri di Tropea nel corso di un operazione denominata “Rocca Nettuno”

Da Comunicato stampa

 Alle prime ore della mattinata di oggi militari della Compagnia Carabinieri di Tropea hanno dato esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Catanzaro, su richiesta di quella Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di quattro soggetti, alcuni dei quali rappresentanti del vertice di nota famiglia del posto, inserita organicamente nel “locale” di ‘ndrangheta dei Mancuso di Limbadi, consorteria egemone nella Provincia di Vibo Valentia.
Il provvedimento, che prevede due sottoposizioni alla custodia cautelare in carcere e due ad arresti domiciliari, è stato emesso dall’Autorità Giudiziaria che, concordando con le risultanze dell’attività investigativa eseguita da militari dell’Arma di Tropea, ha ritenuto i soggetti gravemente indiziati di aver posto in essere diversi episodi di estorsione aggravata dalle modalità mafiose, in alcuni casi tentata ed in altri consumata, nei confronti di gestore di note strutture ricettive locali, mediante l’imposizione di assunzioni e richieste di denaro.

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino

Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria nell’elenco pubblicisti.