Fatima, messaggio di pace e di salvezza

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

Fatima, messaggio di pace e di salvezza.

Il messaggio di Fatima nel cuore del Novecento: nel 1917, dal 13 maggio al 13 ottobre, nella campagna intorno al villaggio portoghese di Fatima la Vergine Maria apparve sei volte a tre pastorelli, Lucia, Francesco e Giacinta, presentandosi col rosario in mano e alla fine qualificandosi come la Madonna del rosario. La Vergine scese dal cielo a parlare ai tre bambini per far giungere un accorato messaggio all’intera umanità, all’inizio di un secolo tragico. – Depurato dalle fantasie apocalittiche che a lungo hanno circondato il “terzo segreto”, il messaggio di Fatima torna ad essere un richiamo all’essenziale: conversione e preghiera, pace e salvezza. 

♦ La Madonna a Fátima, adattandosi alla capacità intellettuale dei tre pastorelli mediante il ricorso a immagini per essi comprensibili, fece riferimento alle due guerre mondiali: una che stava per finire e l’altra che sarebbe scoppiata un po’ più tardi, ancora più tremenda.
♦ Inoltre, in una impressionante visione, il cui contenuto fu reso pubblico solo nell’anno 2000, fece intravedere ai tre pastorelli i danni sconfinati che il regime dell’Unione Sovietica, mediante la propagazione dell’ateismo e la persecuzione delle fede cristiana, avrebbe recato all’umanità, spargendo i suoi errori nel mondo e facendo pagare a tanti cristiani anche con il sacrificio della vita l’attaccamento alla loro fede.

♦  Ora, dopo che per volere di Giovanni Paolo ii è stata resa pubblica anche la terza parte del cosiddetto segreto di Fatima, sappiamo che nella suddetta visione era contenuta anche la previsione che la lotta contro Dio e contro la Chiesa sarebbe giunta fino al punto di voler uccidere il Papa.
Di fatto il 13 maggio 1981 — un 13 maggio! — ci fu l’attentato contro il Pontefice. Ma, come dichiarò lo stesso Giovanni Paolo II, la mano della Madonna guidò la traiettoria del proiettile in modo che il Papa poté sopravvivere. Quella pallottola è ora incastonata nella corona collocata sulla testa della statua di Maria a Fatima.
Dando poi fedele attuazione alla richiesta della Vergine, il 25 marzo 1984 il Pontefice consacrò il mondo, e in particolare la Russia, al cuore di Maria in unione con i vescovi del mondo intero. E per quanto riguarda il cosiddetto segreto sembra superfluo rilevare che tutto è stato pubblicato.

♦  I fatti a cui si riferisce il segreto di Fatima riguardano vicende appartenenti ormai al passato, ma il suo messaggio conserva la sua piena validità anche per le donne e gli uomini del nostro tempo, ed è di grande attualità e importanza per l’epoca che stiamo vivendo.  I suoi appelli sono diretti anche a noi, perché ripropongono alla Chiesa e al mondo moderno i valori eterni del Vangelo.
Il messaggio di Fatima orienta al cuore del Vangelo, ci indica la strada che porta al cielo e vuole far crescere nel mondo la devozione alla Madonna, madre buona che ci conduce a Cristo, nostro divino salvatore, sostenendoci e incoraggiandoci a fare la volontà di Dio.
Grande è la luce che proviene da Fatima. Ricordare quelle apparizioni aiuta a comprendere meglio la presenza provvidenziale di Dio nelle vicende umane e ci invita a guardare al futuro con speranza, nonostante le prove e le tragedie del nostro tempo, nella fiducia che non sarà il male ad avere l’ultima parola.
La Madonna infatti ha assicurato: «Alla fine il mio cuore immacolato trionferà». Da Fatima ci viene dunque un messaggio di speranza, di salvezza e di pace, con un appello a mettere Dio al centro della nostra vita.

Il cuore delle celebrazioni è per oggi 13 maggio: nella celebrazione del centenario delle apparizioni  saranno canonizzati i due pastorelli Francesco e Giacinta Marto, beatificati da Giovanni Paolo II nel 2000. È a buon punto anche il cammino di beatificazione di Suor Lucia, la più grande dei tre pastorelli.

Papa Francesco 13 maggio 2015
“Con Maria, pellegrino nella speranza e nella pace”: nel motto di questo nostro pellegrinaggio si racchiude tutto un programma di conversione. Sono lieto di sapere che, a questo momento benedetto che corona un secolo di momenti benedetti, vi siete preparati con intensa preghiera. Questa allarga il nostro cuore e lo prepara a ricevere i doni di Dio.
Vi ringrazio per le preghiere e i sacrifici che quotidianamente offrite per me e di cui ho tanto bisogno, perché sono un peccatore tra peccatori, “un uomo dalle labbra impure io sono e in mezzo a un popolo dalle labbra impure io abito” (Is 6,5).
La preghiera illumina i miei occhi per sapere vedere gli altri come Dio li vede, per amare gli altri come Egli li ama. Nel suo nome, in mezzo a voi nella gioia di condividere con tutti il Vangelo della speranza e della pace.
Il Signore vi benedica e la Vergine Madre vi protegga!
(fonte: Osservatore Romano, passim).

Depurato dalle fantasie apocalittiche che a lungo hanno circondato il “terzo segreto”, il messaggio di Fatima torna ad essere un richiamo all’essenziale: conversione e preghiera, pace e salvezza. – Durante la celebrazione del centenario delle apparizioni vengono canonizzati i due pastorelli Francesco e Giacinta Marto, beatificati da Giovanni Paolo II nel 2000. – È a buon punto anche il cammino di beatificazione di Suor Lucia, la più grande dei tre pastorelli.
Condividi l'articolo