“Festival del Cinema di Tropea”, l’evento che ha attirato l’attenzione di tropeani e turisti

Da comunicato stampa

L’evento di Luglio, straordinario successo per l’edizione 2013 del “Festival del Cinema di Tropea”

FestivalCinemaTropea2013
Il “Festival del Cinema di Tropea”, evento che si è svolto in quattro serate, dal 17 al 20 Luglio e legato ad un concorso nazionale per cortometraggi conclusosi con la selezione di 10 film finalisti. La seconda edizione della kermesse cinematografica, in partnership con il Comune di Tropea e l’Istituto Comprensivo, ha attirato l’attenzione di numerosissimi cittadini e turisti che hanno assistito agli spettacoli in una cornice meravigliosa, il Centro storico di Tropea in Largo Galluppi. Presentatrice delle quattro serate è stata la giornalista Annarita Castellani.
La manifestazione, organizzata dall’associazione culturale “Cine Film Calabria” ha avuto inizio il 17 Luglio alle ore 21 con la presentazione del festival e dei cortometraggi finalisti ad opera delle conduttrici Concy Ceraso e Annarita Castellani. Ad intervallare il tutto è stata l’esibizione canora della giovane e talentuosissima Mariangela Cichello. Subito dopo, si è svolto l’attesissimo cine-gemellaggio tra la cittadina di Tropea e quella di Buonconvento, paese in provincia di Siena, uno dei borghi più belli d’Italia che è stato anche il set di un film prodotto dall’Accademia dei Risorti e con la partecipazione di gran parte degli abitanti del luogo. A Tropea è giunta una delegazione di oltre 50 cittadini toscani guidata da Lorenzo Borgogni, presidente dell’Accademia, Andrea Rossi, direttore del Teatro e del Cinema di Buonconvento, e del sindaco Marco Mariotti. Nel pomeriggio si è svolto un incontro tra i massimi rappresentanti delle due cittadine nell’ufficio del sindaco Gaetano Vallone e un piccolo tour tra le principali vie di Tropea, oltre all’accoglienza con l’esibizione dei tradizionali giganti e con l’organizzazione di una esposizione di prodotti tipici e degustazioni ad opera della Coldiretti Calabria rappresentata dal segretario regionale Onofrio Casuscelli. Nel corso della serata sono stati chiamati sul palco Lorenzo Borgogni, il sindaco Mariotti e Andrea Rossi i quali hanno speso parole di grande apprezzamento per l’iniziativa e hanno auspicato l’inizio di una importante «collaborazione sociale, politica, culturale tra le due comunità», ponendo le basi per un vero e proprio gemellaggio e per una proficua intesa tra i due borghi. Subito dopo è stato proiettato il film “Giallo Toscano”, accolto molto bene dal pubblico presente.
La seconda serata, invece, ha visto la proiezione di sette dei dieci finalisti in concorso, in particolare “Ce l’hai un minuto” – Regia di Alessandro Bardani, “Ci vuole un fisico” – regia di Alessandro Tamburini, “Bibliothéque” – regia di Alessandro Zizzo, “Emilio – regia di Angelo Cretella”, “Pollicino” – regia di Cristiano Anania, “Walter Ego” – regia di Alessio Perisano, “Il sindaco” –regia di Gianluca Baldari. I corti sono stati visionati e valutati dalla giuria presieduta dal famosissimo attore calabrese Antonio Tallura e composta dai giornalisti Vittoria Saccà, Francesco Barone, Caterina Sorbilli, da Giuseppe Romano, Pasquale Vallone, dall’assessore Mario Sammartino, da Domenica Bevacqua e dal docente universitario Antonio Pugliese. A seguire è stato proiettato come fuori concorso il film, girato tra Calabria e America, dal titolo “L’attesa”, prodotto dall’illustre cittadino di Altomonte, Enzo Barbieri, il quale è impegnato da anni nella promozione della cultura locale e del suo splendido borgo. Al termine della proiezione, Barbieri è stato invitato sul palco, da dove ha lanciato l’idea di una collaborazione con il regista Enzo Carone e tra le due cittadine calabresi.
La terza serata, quella del 19 Luglio è stata caratterizzata dalla proiezione degli altri tre finalisti, “La ricotta e il caffè” – regia di Sebastiano Rizzo, “Paper Memories” – regia di Theo Putzu, e “No signal, regia di Raffaele Carro. Al termine è stata la volta dell’avvincente film fuori concorso girato in Calabria, dal titolo “Tienimi stretto” per la regia di Luca Fortino, premiato con una menzione speciale, alla presenza dei principali attori e dei produttori.
La serata del 20 Luglio ha riscosso un notevolissimo successo di pubblico con la piazza gremitissima di gente all’inverosimile desiderosa di gustarsi lo spettacolo e un red carpet caratterizzato dalla presenza di numerosissimi attori calabresi, degli ospiti speciali, ma anche dei premiati al concorso. Ad aprire la serata è stata ancora una volta la magnifica performance canora di Mariangela Cichello che ha cantato la popolarissima canzone “Alghero” di Giuni Russo, rivisitandola appositamente, sostituendo il nome originario con quello di Tropea. La serata ha visto poi la proiezione dell’ultimo cortometraggio di Enzo Carone, realizzato con gli allievi dell’Accademia di belle arti “Fidia” di Stefanaconi (VV) diretta dal Preside Michele Licata, dal titolo “La mafia non esiste”. Uno dei momenti clou della serata è stata la sfilata di moda dal titolo “Fashion Carpet”, momento in cui graziose modelle hanno sfilato indossando abiti ideati dalle stiliste dell’Accademia della moda – filiale di Cosenza. I costumi indossati sono stati creati sul modello dei celeberrimi costumi di scena di importantissime produzioni cinematografiche mondiali e di personaggi dello spettacolo, tra cui “Il gladiatore”, ”Titanic”, “Catwoman”, “Cleopatra”, “Marilyn Monroe” e tantissimi altri. Al termine della sfilata, che ha colpito per l’originalità della creazioni e per la bravura della giovani stiliste, è intervenuto anche il Presidente regionale della Camera della Moda Giuseppe Bruzzese, il quale ha voluto insignire il Festival di Tropea di una targa con il titolo “evento di eccellenza cinematografica”, grazie all’ottima direzione artistica di Enzo Carone, presidente dell’associazione culturale “Cine Film Calabria”. Nel corso della serata è stata consegnata anche la menzione speciale al corto didattico prodotto dall’Istituto “Monteleone Pascoli” di Taurianova, dal titolo “Ricorda, Rifletti e… ama”.
A seguire è stato proiettato in anteprima esclusiva per il festival del cinema di Tropea alcune sequenze del film “Quel che resta” che uscirà nelle sale cinematografiche a ottobre 2013, sono stati chiamati sul palco due degli attori protagonisti di questo lungometraggio ovvero la coppia di calabresi Battaglia e Miseferi che hanno ricevuto il premio “Migliore coppia di artisti calabresi” in quanto considerati artisti a 360° perché riescono sempre ad ottenere grandi successi dalla televisione al cinema, dal teatro alla musica.
Il premio “migliore attore caratterista calabrese 2013” è stato consegnato a Marcello Arnone, calabrese doc che ha partecipato ad oltre 100 opere cinematografiche.

 Alcuni componenti della giuria: Barone, Romano, Tallura, Sammartino, Bevacqua, Sorbilli - foto Libertin
Alcuni componenti della giuria: Barone, Romano, Tallura, Sammartino, Bevacqua, Sorbilli – foto Libertin

Il premio “Migliore cortometraggio 2013” è stato assegnato a Bibliothèque regia di Alessandro Zizzo.
Il premio “Migliore regia 2013” è andato ad Sebastiano Rizzo per il cortometraggio “La ricotta e il caffè”.
Il premio migliore attrice è stato conferito ad Anna Ferraioli Ravel per il cortometraggio”Ci vuole un fisico”.
Sono veramente molto soddisfatto, aggiunge il regista Enzo Carone, per questa edizione del festival, ottima risposta del pubblico e grande armonia durante lo svolgimento delle serate; è stato il frutto del lavoro sinergico degli associati della Cine Film Calabria un particolare ringraziamento a: Domenico Lorenzo, Chiara Caracciolo, Francesco Apriceno, Domenica e Mariagrazia Bevacqua, Maria Vittorioso, Antonio Caracciolo, Giancarlo Budace e Maria Teresa Gentile.

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino

Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria nell’elenco pubblicisti.