Protezione Civile

Formazione per il Gruppo comunale

Il corso renderà operativa l’unità locale

Domenica due marzo, presso la biblioteca comunale ” Albino Lorenzo” avrà inizio il corso di formazione per i volontari del gruppo comunale di protezione civile. Il corso è stato organizzato direttamente con il contributo formativo del dipartimento nazionale della protezione civile, il quale ha provveduto ad assegnare i docenti. “La formazione è fondamentale per operare in maniera corretta in caso d’intervento – ha affermato il coordinatore del gruppo Antonio Piserà – e questo corso non è arrivato a caso, ma è stato un lungo lavoro fatto nei mesi scorsi. La soddisfazione è doppia perché a formarci saranno direttamente docenti del Dipartimento Nazione della Protezione Civile. Un particolare ringraziamento va al Dr. Giovanni Umberto Barone del Dipartimento Nazionale di PC, che ha seguito personalmente la nostra istanza. Un altro grazie al Dottore Massimo L’andolina, per la sua disponibilità a curare il modulo concernente il Pronto Soccorso. Il corso è stato realizzato anche con il supporto dell’istruttore tecnico del servizio di protezione civile del Comune di Tropea La Torre Michele, al quale va un ringraziamento per la costante collaborazione che dimostra nel seguire le fasi del gruppo”. Tale occasione formativa sarà suddivisa in tre moduli da dodici ore ciascuno. Il primo modulo tratterà argomenti inerenti la normativa nazionale e regionale di protezione civile e gli aspetti legali, oltre al ruolo del volontariato nelle attività di previsione, prevenzione, soccorso e superamento dell’emergenza. Verranno poi affrontati i temi sulle norme comportamentali e organizzative da assumere in emergenza e in fase di pace e le procedure d’impiego dei volontari in emergenza. Per quanto riguarda il secondo modulo, esso verterà sul metodo augustus, le funzioni di supporto, i centri operativi, le procedure e le aree di emergenza. Inoltre, si illustrerà l’allestimento aree di ammassamento, soccorsi e tendopoli. L’ultima parte del secondo modulo si occuperà di gestione dell’emergenza, cioè il funzionamento del sistema di protezione civile nelle varie fasi, e poi il concetto di rischio e scenari connessi al rischio sismico, idrogeologico, vulcanico, incendi boschivi, incendi d’interfaccia. Il modulo finale si aprirà con uno sguardo alle tecniche di basic life support (Bls), ovvero il pronto soccorso e la psicologia d’emergenza. Il corso permetterà ai volontari che supereranno l’esame finale di essere volontari effettivi ed operativi, inoltre permetterà al gruppo l’iscrizione all’albo nazionale e regionale dei gruppi di protezione civile.

Condividi l'articolo