Gennaio 2010

L’editoriale di Vittoria Saccà

Il futuro della città è in gioco

La copertina di gennaio 2010
Il futuro della nostra città, in questi primi mesi del nuovo anno, è decisamente in gioco. E tutto dipenderà dalla compagine i cittadini che verranno eletti affinché prendano le redini dell’amministrazione comunale. Sindaco in testa. Le ultime esperienze hanno lasciato l’amaro in bocca perché non hanno offerto alla bella perla del Tirreno la possibilità di continuare la sua vita mostrando al mondo le sue bellezze e le sue ampie possibilità di sorprendere i tanti visitatori. E non solo i visitatori, anche per i residenti il recente passato non è stato magnanimo. E’ il tempo, questo, di non stare alla finestra a guardare soltanto, ma quello di pensare e di riflettere chi e coloro, tra i tanti uomini di buona volontà che scelgono di scendere in campo per lavorare esclusivamente per Tropea, si ritengano capaci di realizzare tutte quelle iniziative e opere che ognuno di noi ritiene siano necessari perché la città riprenda a crescere. A palazzo S. Anna, ben vengano i giovani perché hanno idee nuove e forte determinazione, ma ben vengano anche i meno giovani che hanno dalla loro parte la preziosa esperienza. Dipenderà, dunque, da tutti noi, che siamo “gli altri”, a scegliere e a determinare il futuro della città. Siamo chiamati a partecipare a questo importante momento perché la città appartiene a tutti. Ai futuri amministratori e agli “altri”, ovvero a noi che pensiamo al lavoro, alla nostra vita, alle nostre famiglie, che ci impegniamo nel sociale dedicando parte del nostro tempo, ma che vogliamo vivere in una città speciale non solo in estate, ma sempre, perché Tropea è nostra per 365 giorni l’anno.

Condividi l'articolo