Gesù e il boia Jihadista

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

185a-boiaGesù e il boia Jihadista.

In questi giorni sta girando sul web una straordinaria storia diffusa da Gina Fadely nel programma radiofonico INSPIRING di Voice of the Martyrs: un boia Jihadista confessa che gli è apparso Gesù e lui lascia l’Isis.

Un combattente dell’ ISIS (stato islamico) si è convertito a Cristo dopo aver fatto un sogno che ha letteralmente scosso la sua vita portandolo al ravvedimento.
Questo combattente che è rimasto nell’anonimato, e di cui abbiamo notizie per mezzo di un membro dell’Agenzia Missionaria dell’YWAM impegnata nel Medio Oriente, si è reso responsabile di massacri a carico dei cristiani.
Il guerriero ISIS ha raccontato di aver sognato un uomo in veste bianca che gli diceva: “Voi state uccidendo il mio popolo”. Lui capì che si trattava di Cristo e rimase talmente scosso e tremante nel cuore e nell’animo che decise per un cambiamento nella sua vita, affidando la sua stessa vita a Gesù.
Non è il primo caso, ma uno tra i tanti casi di musulmani convertiti al cristianesimo tramite visioni e sogni.
Il direttore YWAM, Gina Fadely, ha detto, al programma radiofonico Voice of the Martyrs, che l’uomo ha parlato della sua diserzione dal movimento jihadista, dopo aver avuto un sogno rivelatore che lo ha portato a convertirsi a Cristo confessando con pentimento di aver ucciso molti cristiani.

Un combattente dell’ ISIS  ha parlato della sua diserzione dal movimento jihadista, dopo aver avuto un sogno rivelatore che lo ha portato a convertirsi a Cristo confessando con pentimento di aver ucciso molti cristiani.
Un combattente dell’ ISIS ha parlato della sua diserzione dal movimento jihadista, dopo aver avuto un sogno rivelatore che lo ha portato a convertirsi a Cristo confessando con pentimento di aver ucciso molti cristiani.
Condividi l'articolo