I bambini fanno scoprire Dio

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

312a-scarpeI bambini fanno scoprire Dio.

Ci sono piccole storie che riempiono di stupore e di meraviglia. Soprattutto quelle che hanno come protagonisti i bambini. Nella loro semplicità essi sanno tirare fuori battute folgoranti o espressioni rivelatrici.
Fare il bene a chi ha bisogno riserva spesso una gratificazione inaspettata. E alle volte vien fuori anche qualcosa di umorismo che fa bene al cuore: “la moglie di Dio”, così un bambino, nella sua infinita semplicità, chiama la sua improvvisata benefattrice.
Non c’è che dire: una battuta folgorante… una descrizione illuminante. Leggi la bella storia.

♦ Un ragazzo era a piedi nudi davanti a un negozio di scarpe,; brividi di freddo lo scuotevano. Una signora si avvicinò e disse:
“Mio piccolo amico, che  stai guardando così intensamente in quella vetrina?”
Il ragazzo rispose:
“Sto chiedendo a Dio di darmi un paio di scarpe”.
♦ La signora lo prese per mano e lo portò all’interno del negozio. Chiese all’impiegato una mezza dozzina di paia di calze per il ragazzo e un paio di scarpe.
Poi chiese se poteva avere un catino di acqua e un asciugamano… e condusse il ragazzo nel retro del negozio.
Con amore iniziò a lavare i piedi del bambino e ad asciugarli, poi gli mise le le calze e le scarpe.
Con un movimento affettuoso della testa la signora gli disse:
“Ora, piccolo amico, va meglio?” E si avviò verso l’uscita.
Il bambino molto felice, stese la mano e prese quella  della signora, mentre osservava sul suo viso delle lacrime negli occhi. Le chiese:
“Lei è la moglie di Dio, signora?”
E la signora rispose:
“No, sono solo una persona grata per quello che Dio mi ha dato”.

* * *

 Il mondo sarebbe diverso se ci fosse più condivisione? Prova a condividere questa piccola storia e siamo tutti infinitamente grati a Dio!

312b-scarpe
Una cosa assolutamente da scoprire: essere grati per quello che Dio ci ha dato e provarlo a condividerlo con chi ne ha bisogno!
Condividi l'articolo